03:04 15 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
0 20
Seguici su

Elena Tsagrinou, rappresentante di Cipro all'Eurovision 2021, chiarisce le controversie legate alla canzone "El Diablo", della quale la Chiesa cipriota aveva chiesto la rimozione dal festival.

Il 3 marzo scorso, il Santo Sinodo della Chiesa di Cipro ha fatto una richiesta formale di rimuovere dall'Eurovision Song Contest la canzone di Elena Tsagrinou "El Diablo" (Il Diavolo) scelta per rappresentare il paese nel 2021, in quanto ritenuta di stampo blasfemo e offensivo, e "non adatta ad esprimere appieno la nostra storia, cultura e tradizioni".

Secondo il Sinodo, infatti, la perifrasi della canzone inciterebbe "all'elogio e all'adorazione del diavolo", trasmettendo un significato altamente negativo e portando di conseguenza molti gruppi di fedeli a inviare numerose richieste alla commissione dell'Eurovision per rimuoverla dalla competizione.

Elena Tsagrinou, in un'intervista con Sputnik Grecia, ha negato le numerose accuse della Chiesa cipriota, spiegando nel dettaglio il vero significato dietro alle parole del testo.

"È una canzone puramente allegorica", ha detto Tsagrinou, "parla di una ragazza che riesce a liberarsi da una relazione tossica - il suo "diavolo"appunto".

Nonostante le accuse negative da parte della Chiesa di Cipro, la canzone "El Diablo" ha ottenuto un grande successo e consenso tra gli ascoltatori, e molti si sono detti impazienti di vedere la sua performance dell'Eurovision.

Tsagrinou ha ammesso di essere emozionata e impaziente di partecipare allo show, per il quale sta preparando uno spettacolo che spera possa "lasciare il pubblico senza fiato".

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook