16:08 10 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
5 0 0
Seguici su

Il periodico britannico the Sun ha assunto un investigatore privato per ottenere informazioni sulla consorte reale Meghan Markle, ed è polemica sulla legalità di tali azioni.

Il periodico inglese the Sun è al centro di polemiche sull'assunzione di un detective privato per ottenere informazioni sulla consorte della famiglia reale inglese Meghan Markle.

Le accuse nascono dalle parole dell'investigatore stesso, Daniel Hanks, che ha dichiarato di aver utilizzato metodi illegali per la compilazione di un dossier su Markle nel 2016, compresi numeri di telefono privati, indirizzi e altre informazioni personali. Hanks, investigatore privato da oltre 40 anni e incarcerato 4 volte, afferma di essere stato contattato dal periodico inglese per ottenere informazioni sull'attrice americana.

"Avevo chiaramente ribadito l'uso di mezzi non propriamente legali per ottenere quei dati, ma a loro non importava. Volevano quelle informazioni", ha detto in un'intervista alla BBC.

In risposta, the Sun ha negato fermamente le accuse di Hanks.

"Non abbiamo mai richiesto informazioni personali, tantomeno ottenute per vie illegali", ha dichiarato il quotidiano.

Il periodico britannico ha ribadito la propria politica di ottenimento delle informazioni, sottolineando l'uso di rigide normative nell'utilizzare fonti terze per i propri report, "tutto nel segno della massima legalità", hanno spiegato.

La coppia reale di Meghan e Harry ha approfittato della notizia per ribadire la serietà del fenomeno di stalking e pratiche predatorie utilizzate da giornali, tabloid e paparazzi per ottenere informazioni private di persone. "Tali comportamenti danneggiano fortemente famiglie e relazioni personali", ha affermato la coppia, dicendosi grata "per quei giornalisti che mantengono la piena integrità della professione in un momento in cui è davvero necessario".

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook