19:30 22 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
0 817
Seguici su

La crisi del settore trasporto aereo continua, ma la IATA guarda avanti alla fase di possibile ripresa in coincidenza con la diffusione dei vaccini.

Il direttore esecutivo e CEO della International Air Transport Association (IATA) Alexandre de Juniac ha invitato le autorità dei paesi ad adottare ulteriori misure di sostegno alle compagnie aeree in vista della ripresa dei voli internazionali.

"La crisi non è ancora finita. In una situazione normale avrei detto che i governi devono stabilire le regole e far condurre gli affari alle compagnie aeree. Sostanzialmente è vero. Tuttavia, avremmo assistito ad enormi bancarotte se i governi non avessero stanziato 225 miliardi di dollari di aiuti finanziari", cita le parole di Alexandre de Juniac il servizio stampa della IATA.

Il CEO dell'associazione ha sottolineato che la riduzione dei costi sarà un punto decisivo per far ripartire il settore.

"Abbiamo già visto alcuni piani dei governi di sovvenzionare biglietti, rotte, viaggi nazionali e così via. Nel quadro della preparazione per la ripresa dei viaggi internazionali, esorto i governi a valutare ulteriori misure", ha detto de Juniac.

Parlando della ripresa del settore aereo, il CEO della IATA ha aggiunto che i vaccini svolgeranno un ruolo importante, ma non saranno l'unico fattore. A suo avviso, nella svolta per il settore saranno importanti anche i test.

"Garantiranno l'opportunità di viaggiare a coloro che non possono essere vaccinati o preferiscono non essere vaccinati", ha detto.

De Juniac inoltre ha fatto sapere che la riunione generale annuale della IATA, precedentemente prevista per giugno, si terrà dal 3 al 5 ottobre a Boston.

In precedenza l'associazione aveva invitato le autorità a sostituire la quarantena con i test prima dell’imbarco per chi attraversa i confini.

​Nella giornata di oggi il presidente della Commissione Europea Ursula Von Der Leyen ha annunciato l'introduzione del sistema di passaporti di vaccinazione da Covid-19 sul territorio europeo. Tale documento indicherà lo stato di salute del portatore, se questi abbia di recente effettuato la vaccinazione, se abbia ricevuto un test di negatività al coronavirus, o se sia recentemente guarito dal Covid e quindi abbia sviluppato i relativi anticorpi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook