19:43 22 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
230
Seguici su

Raggiunto un accordo fra la commissione europea e l'azienda farmaceutica per un anticipo delle forniture di dosi. L'intesa sarebbe indipendente dalla sospensione del vaccino contro il Covid-19 di AstraZeneca, disposta dalle agenzie di vigilanza di alcuni Stati europei.

Dopo lo stop di alcuni Stati alla vaccinazione con AstraZeneca, la Commissione Ue preme l'acceleratore sulle forniture dei vaccini. L'Europa ha raggiunto un accordo con l'azienda farmaceutica Pfizer-BioNTech per la consegna di 10 milioni entro la fine di giugno. Lo si apprende da una nota ufficiale. 

La presidente della Commissione Ursula von der Leyen ha espresso soddisfazione per l'intesa raggiunta in un momento critico per la campagna vaccinale europea.

“So quanto sia critico il secondo trimestre per l'attuazione delle nostre strategie di vaccinazione negli Stati membri. Questi 10 milioni di dosi anticipate porteranno le dosi totali di BioNTech-Pfizer nel secondo trimestre a oltre 200 milioni. Questa è un'ottima notizia. Offre agli Stati membri spazio di manovra e possibilmente colmare le lacune nelle consegne", ha dichiarato

Il capo dell'esecutivo europeo ha specificato che “queste dosi saranno prelevate sull’opzione dei 100 milioni di dosi del secondo contratto BioNTech-Pfizer, previsto per il terzo ed il quarto trimestre 2021”. I particolari della nuova fornitura dovranno essere approvati dagli Stati membri nel comitato direttivo congiunto.

Tags:
Coronavirus, vaccino, Commissione Europea, Ursula von der Leyen, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook