20:01 11 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (267)
125
Seguici su

Secondo alcune indiscrezioni rivelate questa mattina da Reuters, la Ue avrebbe negoziato dietro le quinte l'acquisto del vaccino russo.

La Commissione Ue smentisce le indiscrezioni su presunte negoziazioni in atto per l'acquisto del vaccino russo contro il Covid-19, Sputnik V. Lo ha dichiarato in conferenza stampa il portavoce della Sanità, Stefan De Keersmaecker.

"Come si è già detto, per il momento non ci sono colloqui tra i negoziatori Ue e gli sviluppatori del vaccino russo", ha risposto De Keersmaecker. 

La dichiarazione del portavoce europeo giunge dopo una rivelazione su presunti negoziazioni per l'acquisto dello Sputnik V, pubblicate questa mattina dall'agenzia Reuters, menzionando un funzionario Ue addetto alle negoziazioni con i produttori di vaccini per conto del blocco. 

La prima dosa del vaccino russo Sputnik V a San Marino
© Foto : Istituto per la Sicurezza Sociale di San Marino / Andrea Costa

La fonte avrebbe rivelato a Reuters i governi dell'UE starebbero valutando la possibilità di avviare colloqui con gli sviluppatori di Sputnik V e sarebbero necessarie richieste da quattro stati dell'UE per avviare il processo.

L'Ungheria e la Slovacchia hanno già acquistato il vaccino russo russo, la Repubblica Ceca è interessata e il funzionario dell'UE ha affermato che l'Italia sta valutando la possibilità di utilizzare il più grande bioreattore produttore di vaccini del paese per produrre Sputnik V, in uno stabilimento ReiThera vicino a Roma.

Il vaccino russo in Ue

All'inizio di questo mese, RDIF ha annunciato che sarebbe stato in grado di fornire il vaccino contro il coronavirus a 50 milioni di residenti nell'UE a partire da giugno dopo che l'Agenzia europea per i medicinali (EMA) avesse dato luce verde.

L'EMA sta attualmente conducendo uno studio di revisione continuato sullo Sputnik V.

Il primo vaccino registrato

L'11 agosto 2020, la Russia è diventata il primo paese al mondo a registrare un vaccino contro il coronavirus, lo Sputnik V, sviluppato dall'istituto di ricerca Gamaleya con il sostegno finanziario del Fondo russo per gli investimenti diretti (RDIF).

Secondo l'analisi degli studi clinici di fase 3 pubblicati su The Lancet, Sputnik V ha un tasso di efficacia del 91,6% contro il COVID-19 sintomatico.

Tema:
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (267)
Tags:
Russia, Coronavirus, vaccino, Commissione Europea, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook