02:30 20 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
161
Seguici su

L'ex speaker del Parlamento boliviano fu proclamata presidente ad interim alla fine del 2019, dopo che l'allora presidente Evo Morales fu accusato di brogli elettorali e costretto all'esilio in Messico.

Un giudice boliviano ha disposto quattro mesi di custodia cautelare per l'ex presidente del Paese, Jeanine Anez, arrestata per un caso che Evo Morales, il precedente capo di stato, aveva definito "abuso e persecuzione politica".

Anez ha confermato la sentenza del giudice tramite il proprio account Twitter, precisando di essere in attesa di processo per un "colpo di stato che non è mai avvenuto".

"Con una mossa che abbiamo denunciato, il Mas decide e il sistema giudiziario obbedisce: mi mandano a quattro mesi di detenzione in attesa del processo per un" colpo di stato "mai avvenuto". Da qui invito la Bolivia ad avere fede e speranza. Un giorno, insieme, costruiremo una Bolivia migliore", si legge nel tweet della Anez

Le tensioni del 2019 e l'arresto di Jeanine Anez

La ex presidente boliviana Jeanine Anez è stata arrestata nell'ambito di un'indagine sugli eventi del 2019 in Bolivia che ha visto l'ex presidente, Evo Morales, costretto a dimettersi, dopo aver affrontato manifestazioni di massa per accuse di frode elettorale. L'accusa considera ora gli eventi dell'autunno 2019 un colpo di stato.

Anez è succeduta a Morales nell'autunno del 2019, quando era una parlamentare dell'opposizione.

Morales all'epoca fuggì dalla Bolivia a causa delle violente proteste a livello nazionale, spinto dalla sua controversa vittoria alle elezioni che avrebbero potuto lanciare il suo quarto mandato presidenziale consecutivo.

Dopo aver assunto l'incarico, Anez organizzò un nuovo voto presidenziale, che ha avuto luogo lo scorso ottobre. L'elezione è stata vinta da Luis Arce, membro del partito Movimento per il socialismo di Morales. L'ex presidente ha salutato la vittoria di Arce come il popolo boliviano che riacquista il potere politico attraverso la democrazia.

Morales è tornato in Bolivia lo scorso novembre dopo quasi un anno di esilio.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook