02:01 20 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
0 32
Seguici su

Poiché diverse nazioni europee, tra cui Danimarca e Norvegia, hanno temporaneamente interrotto l'inoculazione con il vaccino AstraZeneca dopo i casi sospetti, il Partito popolare danese ha affermato che la fiducia in tale vaccino si è spinta così in basso nella popolazione che sarebbe meglio se il Governo vi rinunciasse del tutto.

Il Partito popolare danese, conservatore, teme che l’uso del vaccino AstraZeneca, nell’attuale condizione di incertezza, possa spaventare le persone e mettere a repentaglio l’intera strategia nazionale di inoculazione.

Secondo il portavoce per la salute del Partito, Liselott Blixt, l'incertezza che circonda il vaccino potrebbe spaventare le persone dalla vaccinazione in un momento così cruciale.

“Prima di tutto, dovremmo indagare su quali siano stati gli effetti collaterali e come le persone abbiano reagito, anche in altri paesi. Ma questo creerebbe probabilmente una sfiducia ancora maggiore. Ricevo già molte richieste da persone che preferirebbero evitare l’AstraZeneca perché hanno letto molto sugli effetti collaterali", ha detto Blixt alla Danish Radio.

Secondo questi, il rischio che molte persone scelgono di non vaccinarsi, dovrebbe essere preso in considerazione, poiché ciò potrebbe mettere a repentaglio il programma di vaccinazione nazionale.

“Quindi preferisco che lo deselezioniamo e continuiamo con gli altri. So solo che ci sono molti che si sentono insicuri, e quindi potremmo dover smettere di usarlo e riferirci al fatto che abbiamo ordinato molti altri vaccini", ha detto Blixt. “È importante che le persone non abbiano sfiducia e non rinuncino a farsi vaccinare. Ciò avrebbe importanti implicazioni per la nostra strategia di vaccinazione".

L'uso del vaccino AstraZeneca è stato sospeso in diversi paesi (Repubbliche baltiche, Austria e Lussemburgo, tra gli altri) a causa delle segnalazioni di casi gravi di coaguli di sangue in soggetti vaccinati. Le autorità sanitarie danesi stanno ora indagando sul collegamento.

In italia l'Aifa ha vietato l'utilizzo di dosi appartenenti al lotto ABV2856 di AstraZeneca.

Il direttore dell’Agenzia nazionale per la Salute, Søren Brostrøm, ha affermato che la decisione è stata presa sulla base del "principio di precauzione" e che ha fiducia nel vaccino, definendolo "ben documentato".

Nel frattempo, Jens Lundgren, professore di malattie infettive all'ospedale nazionale di Rigshospitalet, ha messo in guardia i politici dall'interferenza mentre il caso è ancora sotto inchiesta.

“Penso che si dovrebbe mantenere la polvere da sparo asciutta e non saltare a conclusioni affrettate. Meglio lasciare che le autorità facciano le loro valutazioni", ha detto Lundgren allo stesso media.

Il vaccino della AstraZeneca è stato approvato per l'uso sul mercato europeo a gennaio.

In Danimarca, 142.102 persone, ovvero un quarto di quelle che hanno ricevuto la prima iniezione, sono state inoculate con questo vaccino. Inizialmente, l’inoculo era stato offerto al personale in prima linea nel settore sanitario e sociale, a causa della mancanza di documentazione del suo effetto sulle fasce di età più anziane. In seguito le autorità danesi hanno dato il via libera a tutti i maggiorenni.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook