09:30 14 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
432
Seguici su

Una donna di 39 anni senza condizioni preesistenti note è morta quattro giorni dopo aver ricevuto il secondo colpo del vaccino contro il coronavirus Moderna nello stato americano dello Utah. Lo riporta il media locale KUTV.

Come riporta il KUTV, Kassidi Kurill, chirurga plastica attiva nello Utah, ha ricevuto la seconda dose del vaccino Moderna il 1° febbraio. La famiglia della donna ha affermato che non presentava condizioni preesistenti e non aveva riportato effetti collaterali dopo aver ricevuto la prima dose.

La Kurill si sarebbe sentita male subito dopo aver ricevuto la seconda, lamentandosi dell'aumento della frequenza cardiaca e chiedendo di essere portata al pronto soccorso. I suoi genitori hanno detto all'emittente televisiva locale News4SA che, dopo essere migliorata per un po', ha improvvisamente presentato gravi sintomi di influenza ed è stata portata d'urgenza al pronto soccorso.

Lì le è stata diagnosticata un'insufficienza epatica ed è stata trasportata d'urgenza all'Intermountain Medical Center di Murray per un trapianto di fegato, ma è morta prima che potesse ottenerlo il 5 febbraio.

La famiglia ha acconsentito a un'autopsia completa presso lo Utah State Medical Examiner. I risultati devono ancora essere pubblicati.

I punti vendita locali hanno riferito in precedenza che 154 cittadini dello Utah erano stati segnalati a un database federale per aver presentato reazioni negative ad almeno una dose di un vaccino contro il coronavirus.

Tuttavia i Centers for Disease Control and Prevention, l'agenzia statunitense per la protezione della salute, hanno rilasciato una dichiarazione secondo cui "non hanno rilevato pattern nelle cause di morte che indicherebbero un problema di sicurezza con i vaccini contro il COVID-19".

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook