19:49 14 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
Di
0 10
Seguici su

Secondo uno studio delle università britanniche pubblicato sul British Medical Journal, la mortalità con la variante inglese del Covid può aumentare fino al 64 per cento.

La variante inglese del Covid non è soltanto più contagiosa, ma può essere fino a due volte più letale e causare “un aumento sostanziale della mortalità rispetto alle varianti circolate in precedenza".

A confermare i timori del governo britannico e della comunità internazionale, è uno studio dei ricercatori delle università di Exeter, Bristol, Warwick e Lancaster, pubblicato oggi sul British Medical Journal.

La ricerca è stata effettuata su 55mila partecipanti, tutti cittadini britannici risultati positivi al virus, selezionati in base ad età, sesso, etnia, e seguiti dagli specialisti per 28 giorni. Dall'osservazione è emerso che nei pazienti infettati con la “variante del Kent”, conosciuta dagli esperti come B.1.1.7, il rischio di morte aumentava del 64 per cento, con un incremento dei decessi da 2.5 a 4.1 su mille casi.

Insomma, gli esperti non hanno dubbi sul fatto che il risultato dell’indagine possa essere esteso al resto della popolazione e che si possa quindi affermare che la variante britannica sia almeno 2 volte più letale di quella originale.

“La probabilità che il rischio di morte sia aumentato dall’infezione con la variante VOC-202012/01 è alto”, si legge nelle conclusioni dello studio. Per questo, secondo Simon Clarke, professore associate in Microbiologia Cellulare all’Università di Reading, citato dall’AFP, "questa versione del virus rappresenta una sfida sostanziale per i sistemi sanitari e i decisori politici”.

La variante inglese del virus è stata scoperta alla fine dello scorso anno, mostrando subito una maggiore virulenza rispetto all’originale. A gennaio il governo inglese aveva parlato di una letalità maggiore del 40 per cento. Percentuale che lo studio pubblicato sul BMJ fa salire fino al 64.

La buona notizia è che la maggior parte dei vaccini sviluppati finora sembra efficace anche contro la nuova variante del Kent. “È importante che le persone si vaccinino quando verranno chiamate”, è quindi l’appello degli esperti.

Secondo Michael Head, ricercatore in Salute Globale dell’Università di Southampton, sentito dalla stessa agenzia di stampa francese, sarà fondamentale non permettere al virus di diffondersi troppo.

“Più il Covid si espande – ha spiegato, infatti, lo studioso – maggiore è la possibilità che possano emergere nuove preoccupanti varianti”. Comprese quelle potenzialmente resistenti ai vaccini.

Correlati:

Varianti coronavirus inglese e brasiliana trovate nelle acque di scarico - Ricerca Iss
Covid, Fontana: "La terza ondata è arrivata spinta dalla variante inglese"
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook