17:30 10 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
5410
Seguici su

Il fondatore della Space X, Elon Musk, ha spiegato cosa è andato storto con la Starship SN10 il 3 marzo. La navicella spaziale era stato il primo prototipo a centrare l’obiettivo di un rientro con atterraggio verticale, ma poi era esplosa.

Il visionario magnate della tecnologia Elon Musk ha spiegato su Twitter ai follower per quale motivo il prototipo di astronave SN10 della Space X, sia esploso minuti dopo il primo atterraggio verticale che sembrava essere stato di totale successo.

La rivelazione in realtà, non è che una conferma di ciò che gli osservatori più attenti avevano ipotizzato fin dal primo momento - la spinta del motore nelle ultime fasi del rientro è stata troppo bassa, probabilmente per via di una lieve perdita di elio dal serbatoio, e questo ha causato un impatto troppo violento.

Le gambe e la gonna di atterraggio della navicella in questo modo si sono gravemente lesionate con conseguente surriscaldamento e fuoriuscita di ulteriore carburante. 

​Il 3 marzo, SpaceX ha lanciato il suo terzo modello di test della navicella spaziale Starship, l'SN10. L'evento ha segnato il primo atterraggio di successo della Starship, anche se minuti dopo l’atterraggio la navicella improvvisamente è esplosa.

SpaceX lavora alacremente al progetto Starship dal 2012. La navicella spaziale di nuova generazione dell'azienda rappresenta una priorità assoluta per Musk, che progetta con questa di lanciare missioni prima sulla Luna e poi persino su Marte. Il principio innovativo delle navicelle classe Starship della Space X è quello della riutilizzabilità del vettore che avviene attraverso rientri controllati in atmosfera e atterraggi verticali controllati dal computer di bordo.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook