02:11 20 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
183637
Seguici su

I "passaporti-COVID", ovvero i documenti che provano l'avvenuta vaccinazione contro il coronavirus, potrebbero essere introdotti nei paesi dell'Unione Europea già a maggio di quest'anno, ha dichiarato ai giornalisti il ministro degli Esteri della Repubblica Ceca Tomas Petricek.

"Il progetto di questi passaporti sarà pronto in Commissione Europea per il 17 marzo. Il loro uso potrebbe iniziare già a maggio. In ogni caso, occorre una soluzione funzionante per i viaggi estivi. Sarebbe perfetta una decisione congiunta, nonché regole comuni per tutti i paesi dell'UE", ha detto Petricek.

Il ministro ha osservato che il passaporto vaccinale sarà digitale e raccoglierà i dati sulle somministrazioni dei vaccini e sui test effettuati.

"In tale maniera sarebbe sviluppato uno strumento che assisterebbe ai viaggi turistici e di lavoro all'interno dell'UE", ha aggiunto Petricek.

L'esempio di Israele

Il ministro degli Esteri ceco ha fatto notare che Israele ha già lanciato la cosiddetta "carta verde", un certificato digitale rilasciato a chi ha già ricevuto due dosi del vaccino. Coloro che possiedono tale documento possono, ad esempio, partire per la Grecia.

Petricek ha anche citato l'esempio di Cipro che ha aperto i confini ai cittadini della Gran Bretagna vaccinati. Secondo il funzionario, questa strategia deve essere adottata dagli altri paesi dell'UE.

Allo stesso tempo il noto biologo molecolare ceco Omar Sery ha pubblicato sul suo account Twitter un articolo di alcuni ricercatori spagnoli di un ospedale di Madrid. Il lavoro scientifico solleva l'argomento del rischio di contagio di COVID-19 dalle persone guarite, nonché da quelle vaccinate.

"La ricerca degli esperti spagnoli conferma il fatto che gli anticorpi non ostacolano l'emissione di virus infettivi dalle vie respiratorie. Né i vaccinati, né quelli guariti dal COVID-19 sono sicuri per le persone attorno e l'uso dei passaporti-COVID per attraversare le frontiere non ha senso", sostiene Sery.

Vaccinazione in Repubblica Ceca

In Repubblica Ceca circa 830mila persone hanno ricevuto la prima dose del vaccino e quasi 262mila la seconda. Nelle ultime settimane, stando ai dati del ministero della Salute, i ritmi di vaccinazione sono accelerati. La popolazione del Paese è di 10,7 milioni. Secondo i recenti sondaggi, circa il 60% della popolazione è disposto ad assumere il vaccino.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook