10:49 23 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
122
Seguici su

Ha fatto molto discutere la decisione dell'Italia di appellarsi al meccanismo dell'Ue per bloccare l'export di vaccini AstraZeneca verso l'Australia.

Il governo australiano sta cercando l'appoggio di altri Paesi per esercitare delle pressioni sull'Unione europea in merito a quello che a Canberra viene definito "il protezionismo dei vaccini".

A riferirlo, nelle scorse ore, è stato il ministro del Commercio australiano Dan Tehan, che ha promesso battaglia contro il blocco dell'export dei vaccini verso l'Australia.

Tra i Paesi contattati ci sono Canada, Giappone, Norvegia e Nuova Zelanda, mentre un appello è stato lanciato anche verso l'Organizzazione mondiale per il commercio.

Lo stesso Tehan ha espresso "enorme disappunto" per la decisione presa dall'Italia in questo senso e ha espresso la propria preoccupazione in questo senso.

Il ricorso al meccanismo europeo dell'Italia

Nei giorni scorsi l'Italia ha fatto ricorso al meccanismo Ue per bloccare l'export in Australia di 250.000 dosi di vaccino AstraZeneca, di fronte al continuo taglio delle forniture da parte della società anglo-svedese. 

Da parte sua, AstraZeneca ha promesso la consegna di 5 milioni di dosi di vaccino all'Italia entro la fine del mese di marzo, oltre che la stabilizzazione delle forniture nei mesi successivi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook