18:27 14 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
9122
Seguici su

Melinda Gates, tramite la fondazione filatropica presieduta assieme al marito, ha finanziato con miliardi di dollari lo sviluppo del vaccino contro il nuovo coronavirus e la ricerca correlata.

La ricca e potente filantropa Melinda Gates ha dichiarato questo lunedì al canale statunitense CNBC che l’immunità globale di gregge contro Covid-19 potrebbe essere raggiunta nel 2022. Le campagne di vaccinazione di massa dei Paesi in via di sviluppo non inizieranno prima della fine del 2021, quando arriveranno in dosi sufficienti i vaccini anti-Covid, in particolare quelli monodose. 

"Quindi l'immunità di gregge verrà raggiunta in qualche momento nel 2022. E ragazzi, penso che non vediamo l'ora. Ci sono molte persone che stanno soffrendo, non solo negli Stati Uniti ma ovunque", ha detto la Gates in un'intervista a Closing Bell.

Potrebbero volerci mesi prima che riescano a vaccinare un numero adeguato di persone per raggiungere l’immunità di gregge. Più tempo si impiegherà più aumenta il rischio di nuove varianti. Inoltre il Covid-19 potrebbe diventare una malattia endemica come l'influenza, anche se a livelli ridotti rispetto a quelli attuali.

 

La filantropa ha confrontato la risposta alla pandemia dell'attuale presidente degli Usa, Joe Biden, con quella di Donald Trump, sottolineando che è ancora troppo presto per cantare vittoria, sebbene ci sia "più speranza".

"È ancora perfetto? Assolutamente no", ha detto Gates. "Ma è un cambiamento epocale? Voglio dire, stiamo fornendo vaccini come nazione. Il 15% della popolazione è stato coperto. Quindi c'è ancora da fare, ma stiamo vedendo più test disponibili. C'è più speranza perché le persone vedono i loro cari più anziani vaccinati", ha detto la CNBC citando Gates.

Ad oggi la pandemia da coronavirus ha contagiato 117.148.248 di persone in tutto il mondo provocando 2.6 milioni di vittime. Gli Stati Uniti hanno superato i 29 milioni di contagi, con 525.752 decessi, secondo i dati della John Hopkins University. Man mano che gli enti regolatori approvano i vaccini in uso d'emergenza, sempre più Stati hanno potuto iniziare la propria campagna di vaccinazione, ma molte nazioni si trovano a fronteggiare il problema della scarsità delle dosi dovuto ai limiti di produzione e all'eccesso di domanda. 

 

Tags:
Coronavirus, vaccino, Bill Gates, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook