08:02 17 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
362926
Seguici su

Quest'oggi Israele ha compiuto un altro passo verso il ritorno alla normalità post-pandemia, riaprendo ristoranti, bar e caffè ai titolari di "pass verdi", ovvero i certificati vaccinali rilasciati a coloro ai quali è stato già somministrato il vaccino.

Si stima che nello Stato ebraico circa il 40% della popolazione sia stata completamente vaccinata contro il coronavirus.

"Stiamo riprendendo vita", ha dichiarato il primo ministro Benjamin Netanyahu, mentre tagliava un pasticcino in un caffè di Gerusalemme

Israele, che ha lanciato la sua campagna di vaccinazione a dicembre, ha somministrato le due dosi raccomandati del vaccino Pfizer / BioNTech a oltre 3,7 milioni dei suoi circa 9 milioni di abitanti, con quasi 5 milioni di persone che hanno ricevuto invece almeno una dose.

Il Paese ha lanciato il suo programma di certificati vaccinali il mese scorso, consentendo a un numero controllato di persone la cui completa vaccinazione era comprovata, o che avevano già avuto il Covid-19, di avere accesso a palestre, piscine e altre strutture.

Ma la lista delle riaperture dei locali avvenuta ques'oggi era la più attesa, in quanto segna il ripristino di servizi che toccano la vita quotidiana di molti israeliani.

Le nuove misure

I ristoranti possono ora riprendere a servire pasti al coperto fino al 75% della capacità, con un limite di 100 persone per struttura e con i tavoli disposti a due metri di distanza.

I possessori del pass verde ora possono anche bere qualcosa al bar, ma non è ancora possibile fare due chiacchiere con uno sconosciuto seduto sullo sgabello accanto, perchè le regole impongono almeno un posto vuoto tra i clienti non conviventi.

Per quanto riguarda il consumo di pasti e bevande sulle terrazze e nei locali all'aperto, non è invece richiesto il certificato vaccinale.

Anche un gran numero di studenti, molti dei quali sono stati fuori dalle aule per mesi, inizieranno a tornare a scuola questa settimana, mentre le sale per eventi degli hotel, i luoghi sportivi e i luoghi di culto stanno riaprendo ai titolari di pass verdi, anch'essi con degli stretti limiti alla capacità. 

Il Covid-19 in Israele

Fino ad oggi nello Stato di Israele sono stati segnalati complessivamente 800.000 casi di contagio da Covid-19, a fronte di 5.856 vittime dall'inizio dell'emergenza. Il tasso dei guariti supera  l'85% collocandosi oltre quota 753.000.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook