20:40 12 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
0 61
Seguici su

La Cina ha chiesto un'inversione di rotta rispetto all'operato del precedente inquilino della Casa Bianca, Donald Trump, il quale aveva inviato alcuni alti funzionari su Taiwan in segno di supporto all'isola.

Il ministro degli esteri cinese ha avvertito domenica l'amministrazione Biden di mettere fine alla "pratica pericolosa" dell'ex presidente Donald Trump di mostrare sostegno a Taiwan, l'isola che Pechino rivendica come proprio territorio.

"Il governo cinese non ha spazio per compromessi o concessioni sulla questione di Taiwan. Esortiamo la nuova amministrazione degli Stati Uniti a comprendere appieno l'alta sensibilità della questione di Taiwan e cambiare completamente le pratiche pericolose della precedente amministrazione di 'oltrepassare il limite' e 'giocare con il fuoco'", ha detto Wang.

Wang non ha fornito indicazioni su come Pechino potrebbe reagire se la politica degli Stati Uniti non dovesse cambiare, ma il Partito Comunista al governo ha minacciato di invadere Taiwan se quest'ultima dichiarasse l'indipendenza formale o ritardasse i colloqui per l'unione con la terraferma.

Il neopresidente americano Joe Biden ha più volte affermato di volere delle relazioni cordiali con Pechino, ma non ha mostrato alcun segno o intenzione di ammorbidire le misure introdotte da  Donald Trump su commercio, tecnologia e diritti umani.

I sondaggi mostrano che gli atteggiamenti del pubblico americano stanno diventando più negativi nei confronti della Cina, che è vista come un concorrente sia economico che strategico degli USA.

Le rivendicazioni cinesi su Taiwan

Le rivendicazioni cinesi su Taiwan hanno avuto inizio a partire dal 1949, anno in cui l'isola si è separata dalla Cina continentale.

Gli Stati Uniti non hanno relazioni ufficiali con il governo eletto di Taiwan, ma ampi legami informali. Trump, che ha terminato il proprio mandato a gennaio, ha manifestato sostegno a Taiwan inviando funzionari del proprio Gabinetto in visita sull'isola.

 

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook