20:56 12 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
0 03
Seguici su

Una società di risorse digitali ha bruciato un disegno di Banksy per trasformarlo in un’opera digitalizzata disponibile solo nella realtà virtuale. L’esplorazione di questi nuovi mezzi di espressione sta appassionando molti amanti di tecnologia e artisti, pur non mancando di creare anche delle perplessità.

La società di blockchain, Injective Protocol, aveva acquisito la serigrafia "Imbecilli (White)" di Banksy, da una galleria di New York lo scorso gennaio per 96mila dollari (poco meno di 80mila euro). Oggi l’ha bruciata a Brooklyn e ha postato il video dell’evento sui social.

"Vediamo questo evento come un'espressione d'arte in sé e per sé", ha detto il dirigente dell'azienda Mirza Uddin prima di dare fuoco al pezzo durante una trasmissione in diretta dall'account Twitter di Burnt Banksy.

Se questa opera non venisse bruciata, ha spiegato Uddin, il suo valore starebbe principalmente nel pezzo fisico, mentre distruggendo questo per trasformarlo in un NFT (Non-fungible token), ci garantisce che nessuno altererà mai l’opera. Il suo valore viene trasferito alla NFT che d’ora in poi sarà l’unico modo per possedere l’opera.

Il rappresentante della Injective Protocol hanno sottolineato di aver optato per un pezzo di Banksy perché lo stesso artista di graffiti aveva in passato incorporato un trituratore in una delle sue opere raffiguranti la celebre ‘ragazza con il palloncino’ per distruggerla deliberatamente proprio durante un’asta di Sotheby’s per poi venderla una volta in frantumi.

L'autenticità dell'opera bruciata, una serigrafia alta 56 cm per 76 di larghezza, è stata confermata dall'ufficio che gestisce le opere di Banksy (Pest Control): è la numero 325 delle 500 repliche esistenti.

Il nome del dipinto — “Imbecilli”, con tra parentesi la parola ‘bianco’ - allude ai collezionisti, poiché mostra una scena di aste d'arte in bianco e nero.

​Ora che il pezzo fisico è bruciato esiste solamente la sua rappresentazione digitale sulla piattaforma OpenSea, utilizzando la blockchain.

"Ricreiamo completamente in codice il pezzo fisico e le sue specifiche, come il numero di replica, nessuno sarà in grado di alterare l'arte digitale in alcun modo", ha ribadito Uddin.

Cos’è una blockchain

Una blockchain (letteralmente ‘catena di blocchi’) è una struttura dati condivisa e immutabile. È definita come un registro digitale le cui voci sono raggruppate in "blocchi", concatenati in ordine cronologico, e la cui integrità è garantita dall'uso della crittografia. Sebbene la sua dimensione sia destinata a crescere nel tempo, è immutabile in quanto, di norma, il suo contenuto una volta scritto non è più né modificabile né eliminabile, a meno di non invalidare l'intera struttura.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook