17:09 10 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
360
Seguici su

Il Santo Sinodo della Chiesa di Cipro ha chiesto al governo di impedire che la canzone scelta dall'emittente statale CyBC, intitolata "El Diablo" ("Il Diavolo"), rappresenti la nazione insulare nell'Eurovision Song Contest di quest'anno.

La canzone, eseguita dalla cantante greca Elena Tsagrinou, ha già suscitato un forte contraccolpo tra alcuni gruppi di credenti che l'hanno definita satanica. Dopo che la canzone è stata presentata la scorsa settimana, l'emittente ha iniziato a ricevere minacce da cittadini arrabbiati che chiedevano il suo ritiro dal concorso musicale. Tuttavia, CyBC ha detto che non aveva intenzione di sostituire la canzone, dicendo che è stata fraintesa, in quanto riguarda la lotta tra il bene e il male e che non ha nulla a che fare con la religione.

"Chiediamo al governo, che nomina il consiglio di amministrazione dell'emittente, e verso il quale questo è responsabile, di annullare la selezione di una particolare canzone e sostituirla con un'altra che rifletta la nostra storia, cultura, tradizioni e aspirazioni", ha detto il Santo Sinodo in un comunicato pubblicato martedì.

Il Sinodo ha anche espresso disaccordo e delusione per la posizione della leadership dell'emittente televisiva che, a suo parere, invece di contribuire a promuovere i diritti del popolo cipriota e le sue richieste di libertà e supremazia dei valori morali, ha preparato "una presa in giro globale .. [parafrasando parte del testo] proclamando che ci arrendiamo al diavolo e promuoviamo la sua adorazione".

Nel testo originale tuttavia ‘il Diavolo’ sembra più una metafora e l’intera canzone più che altro pare voglia raccontare null’altro che la storia di una donna che si innamora di un uomo che prevede già le porterà poco di buono ma verso il quale non può frenare la propria passione.

“Mi sono innamorata, ho dato il mio cuore al Diavolo, mi sono arresa, perché mi dice che sono il suo angelo”, questo il ritornello incriminato della canzone.

L'Eurovision Song Contest, annullato lo scorso anno a causa della pandemia di coronavirus, si svolgerà nella città olandese di Rotterdam dal 18 al 22 maggio, raccogliendo artisti provenienti da 41 paesi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook