03:37 11 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
161
Seguici su

Ain Al Asad è una delle due basi colpite da un attacco missilistico balistico iraniano l'8 gennaio 2020 in risposta all'uccisione del maggiore generale Qasem Soleimani da un attacco con drone degli Stati Uniti.

La base aerea di Ain Al Asad, che si trova nella provincia irachena di Al Anbar e ospita truppe irachene e statunitensi, è stata sottoposta a un massiccio attacco missilistico mercoledì, lo ha riferito l'agenzia di stampa statale irachena INA, citando una fonte della sicurezza.

"La base di Ain Al Asad è stata attaccata oggi con razzi 10, secondo i dati preliminari", ha riferito la fonte.
​Non si segnalano vittime a seguito dell'attacco.

L'8 gennaio 2020, la base aerea di Ain al-Asad, situata a ovest di Baghdad, insieme alla base aerea di Erbil, nel nord del paese, sono state entrambe colpite da una dozzina di missili lanciati dall'Iran in risposta all'uccisione di Soleimani.

Secondo quanto riferito, l'Iran ha avvertito in anticipo l'Iraq, che a sua volta presumibilmente ha informato le forze statunitensi di stanza nel paese, consentendo loro di rifugiarsi in bunker preparati. Anche se gli attacchi missilistici hanno causato danni sostanziali alle infrastrutture di base, non hanno ucciso le truppe statunitensi.

Tags:
Truppe terrestri USA in SIria e Iraq, Iraq
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook