08:10 14 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
120
Seguici su

Secondo l'Agenzia di stampa saudita, questa mattina all’alba un proiettile Houthi avrebbe colpito la città meridionale di Jizan, ferendo cinque persone.

L'amministrazione Biden ha recentemente affermato che continuerà ad approvare la vendita di armi all'Arabia Saudita caso per caso, nonostante l'opposizione ufficiale di Washington alla guerra guidata dai sauditi in Yemen.

Le foto rilasciate dalla protezione civile saudita mostrano negozi e automobili distrutte nella città costiera, che si trova appena a nord del confine saudita-yemenita.

​Gli attacchi degli Houthi all'Arabia Saudita sono aumentati notevolmente negli ultimi anni poiché la coalizione guidata dai sauditi, nonostante i bombardamenti e l’embargo, non è riuscita a fermare la lenta ma progressiva avanzata del gruppo attraverso lo Yemen.

Le forze Houthi hanno lanciato negli ultimi tempi sia piccoli droni esplosivi che missili più grandi dalla traiettoria balistica e non è ancora chiaro che tipo di proiettile abbiano utilizzato in questa ultima circostanza.

La guerra nello Yemen

La guerra è iniziata nel 2015 dopo che gli Houthi, a capo di un movimento di massa motivato dalla crescente diseguaglianza sociale in un Paese sempre più povero, avevano costretto il presidente yemenita Abdrabbuh Mansour Hadi alla fuga.

Riparato a Riyadh, Hadi ha chiesto aiuto all'Arabia Saudita che, creata un’alleanza cui partecipano anche Emirati Arabi, Sudan e Marocco, hanno iniziato una devastante campagna aerea e marittima che ha ucciso più di 100.000 yemeniti.

La scorsa settimana, mentre le forze Houthi si sono avvicinate alla roccaforte governativa chiave di Marib, l'alleanza guidata dai sauditi, che include anche le milizie anti-Houthi nello Yemen, ha radunato le proprie truppe in città.

Gli Houthi affermato che tra i rinforzi che combattono a fianco delle forze governative vi siano anche militanti Daesh*.

* Daesh (noto anche come ISIS / ISIL / IS) è un gruppo terroristico bandito in Russia

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook