01:28 17 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
609
Seguici su

Altre quattro imbarcazioni alla deriva sono state individuate da Moonbird, il velivolo della nave ong, alla ricerca di un porto sicuro dove fare sbarcare i migranti.

La Sea Watch 3 ha effettuato un'operazione di soccorso nel Mediterraneo mettendo in salvo 97 persone a bordo di una barca di legno. Si tratta del secondo salvataggio della giornata e del quarto in soli tre giorni. Ma la nave della ong tedesca potrebbe non aver concluso la propria missione. 

Moonbird, il velivolo di monitoraggio di Sea Watch, ha avvistato altre quattro imbarcazioni in difficoltà. Lo rende noto la ong in un tweet. 

​Poche ore prima la nave di soccorso ai migranti aveva effettuato un salvataggio notturno, riscattando dalle acque 73 persone in difficoltà a bordo di un gommone che iniziava a sgonfiarsi. Tra i naufraghi ci sarebbero 16 donne e alcuni bambini.

La nave ha bisogno di un porto sicuro​

Con le operazioni svolte questa domenica sale a 317 il numero di passeggeri a bordo della Sea Watch 3, una nave dalle dimensioni modeste che dovrà al più presto chiedere un porto sicuro per far sbarcare i migranti salvati dal mare. Molti di questi, avvisa la ong, sono feriti e necessitano cure. Alcuni avrebbero riportato ustioni da benzina e sono attualmente sottoposti alle cure a bordo della nave. 

Un altro naufragio avvenuto nella notte al largo della Libia, è costato la vita ad almeno 15 persone, secondo quanto riferito da Alarm Phone. Le 125 persone a bordo di un gommone sono state soccorse dalla guardia costiera libica. 

Tags:
Mediterraneo, ONG, Migranti, Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook