21:51 11 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
123
Seguici su

Le proteste vanno avanti in Myanmar dall'inizio del mese di febbraio, quando i militari del Tatmadaw hanno preso il potere.

Un manifestante è stato ucciso e molti altri hanno riportato delle ferite dopo che la polizia in Myanmar ha sparato granate assordanti, gas lacrimogeni e colpi di arma da fuoco contro i manifestanti. A riferirlo è il britannico The Guardian, citando i media locali.

Stando al quotidiano, sono state pubblicate diverse immagini che rendono conto di come diverse persone intrise di sangue siano state  aiutate ad allontanarsi dalle proteste nella città principale di Yangon, ma non è chiaro se siano state ferite da proiettili di gomma o da colpi di arma da fuoco 

Il gruppo Myanmar Now ha riferito che alcune persone sono state "ammazzate", twittando poi le immagini di un uomo che si dice sia stato colpito al petto prima di essere portato via da altri manifestanti. 

L'azione di repressione è arrivata dopo che la televisione di stato ha annunciato che l'inviato dell'Onu del Myanmar era stato rimosso dal proprio incarico dopo la sua esortazione alle Nazioni Unite ad usare "ogni mezzo necessario" per porre fine al colpo di stato del 1 ° febbraio che ha messo fuori gioco il premier eletto Aung San Suu Kyi.

La situazione in Myanmar

Il Myanmar è teatro di proteste di massa contro il colpo di stato militare dall'arresto del consigliere di Stato Aung San Suu Kyi, del presidente Win Myint e di altri alti funzionari avvenuti ad inizio di questo mese. Gli scontri tra polizia e manifestanti hanno già provocato almeno due morti e feriti, come la polizia ha riferito sparando sui manifestanti con colpi veri.

I militari hanno accusato il capo del governo deposto Aung San Suu Kyi e la sua Lega Nazionale per la Democrazia di frode elettorale e hanno promesso di tenere elezioni eque il prossimo anno.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook