14:46 17 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
6215
Seguici su

Nella regione più popolosa di Spagna chi rifiuterà il vaccino potrà ricevere una multa dai 1.000 ai 600.000 euro. La decisione, però, è in contrasto con l'intenzione di Madrid di rendere la vaccinazione volontaria.

La Galizia è la prima regione di Spagna a mettere in piedi un quadro legislativo volto a sanzionare gli anti-vaccinisti. Il parlamento della comunità indipendente ha approvato questo 23 febbraio una riforma alla Legge Sanitaria nella quale si introducono sanzioni per chi rifiuta di sottoporsi al vaccino contro il Covid-19, secondo quanto riferisce El Pais. 

La nuova legge, sostenuta dal Partito Popolare, permette alle autorità locali di imporre multe dai 1.000 ai 600.000 euro a quanti rifiutano in maniera ingiustificata la vaccinazione.  Tuttavia l'obbligatorietà del vaccino collide con le linee guida del governo centrale di Madrid, che più volte si è espresso nel senso della volontarietà del vaccino. 

Nella regione il provvedimento ha trovato la forte opposizione del Blocco nazionalista gallego (BNG) e dei socialisti del PSOE, che ribadiscono che questa legge “viola i diritti fondamentali e contraddice le normative nazionali”.

Vaccinazione obbligatoria

Federico de Montalvo, esperto di diritto sanitario e vicepresidente del Comitato di bioetica della Spagna, citato da El Pais, ritiene che questa legge non sia illegale. In Spagna, la vaccinazione obbligatoria in situazioni come la pandemia è legalmente supportata dalla legge del 1986 sulla salute pubblica ed esistono precedenti di vaccinazioni obbligatorie imposte durante le epidemie, come quella di morbillo a Granada nel 2010. Questa norma consente di adottare misure che limitano i diritti individuali a vantaggio dell'intera comunità.

Tags:
Coronavirus, vaccino, Spagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook