05:56 14 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
105
Seguici su

Militanti armati hanno rapito più di 300 studentesse nello Stato di Zamfara, nella Nigeria nord-occidentale, hanno riferito stamane i media.

Secondo il quotidiano Punch, ieri notte, uomini armati hanno preso di mira una scuola secondaria nel villaggio di Jangebe. Il personale della scuola ha detto che i militanti sono arrivati alla scuola con motociclette e camioncini poco dopo la mezzanotte.

"Quando sono entrati nella scuola, pensavamo fossero addetti alla sicurezza, ma con nostro grande sgomento hanno iniziato a mettere le ragazze su veicoli e motociclette, poi sono uscite dalla scuola", ha detto una fonte al giornale in condizione di anonimato.

Nel frattempo, il media nigeriano PM News ha riferito che uomini armati avevano attaccato un posto di blocco militare nelle vicinanze prima di dirigersi verso la scuola. Secondo quanto riferito, diversi soldati sarebbero rimasti feriti dopo l'attacco dei militanti.

Gruppi di vigilanti locali stanno cercando i rapitori per salvare le ragazze rapite, ha aggiunto PM News.

Sospetti sul ritorno di Boko Haram

Boko Haram è un movimento integralista sunnita salafita che persegue l’applicazione integrale della Shari’a. Letteralmente deriva il suo nome da una locuzione hausa che seginifica “l'istruzione occidentale è proibita”. Si tratta di un’organizzazione terroristica jihadista diffusa nel nord della Nigeria nata nel 2002.

Nell'aprile 2014 Boko Haram rapì 276 ragazze a Chibok, nello Stato di Borno, nel nord est del Paese.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook