23:38 16 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
101
Seguici su

Bill Gates vorrebbe collaborare con Jeff Bezos per combattere l'emergenza climatica mondiale, creando un fondo filantropico a sostegno delle nuove e promettenti tecnologie.

Bill Gates ha fatto sapere che lavorerà più a stretto contatto con Jeff Bezos, CEO di Amazon Inc., per combattere l’emergenza climatica, lo riporta Bloomberg.

"Le morti aumenteranno nel tempo man mano che si verificheranno più ondate di caldo, incendi boschivi e, soprattutto, se si perderà la capacità di fare agricoltura vicino all'equatore", ha riferito il fondatore di Microsoft in una intervista rilasciata a Bloomberg Television.

Convincere le persone del cambiamento climatico

Gates afferma che a differenza della pandemia, è difficile convincere le persone del fatto che si tratti di una emergenza perché si percepiscono certe catastrofi come lontane, ma invece sono più vicine di quanto crediamo e anticiparle prima che si verifichino è un qualcosa che va fatto ora.

"È una vera prova dell'umanità investire in anticipo per i problemi che verranno”, ha detto il filantropo.

Cosa c’entra la collaborazione con Bezos?

Gates spera che con Bezos possa collaborare per sostenere costose alternative verdi che sono oggi in fase iniziale e che un giorno potrebbero essere tecnologie d’uso comune.

Gates spiega che quando viene introdotta una nuova tecnologia, c’è sempre un alto costo di accesso al quale non tutti possono accedere. Ecco perché persone come lui e Bezos possono sostenere lo sviluppo con i loro capitali per stimolare la domanda e diminuire i prezzi a vantaggio di tutti.

L’obiettivo di Gates è di disporre di un “capitale filantropico” composto da grandi capitalisti che possano appunto aiutare nell’introdurre costose tecnologie che possono avere un efficace e benefico impatto sull’ambiente.

Forse inviterebbe anche Elon Musk, ma crede che sia troppo impegnato con i bitcoin dice Bill Gates, notoriamente non fan delle criptovalute.

Tags:
Jeff Bezos, Bill Gates
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook