11:33 09 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 20
Seguici su

In Francia le Università saranno dotate di distributori automatici e gratuiti di assorbenti per le donne idonei ad affrontare il ciclo mestruale. Una parte delle studentesse non ha i soldi per comprarli.

In Francia la chiamano “povertà mestruale” e riguarda l’impossibilità da parte di una studentessa su tre di comprarsi i prodotti dell’igiene intima necessari quando ha il periodo delle “regole”.

Il problema è diventato così sensibile per l’opinione pubblica che il ministro dell’Istruzione in persona, Frederique Vidal, è intervenuto sull’argomento garantendo alle studentesse con scarse risorse economiche che farà installare presso gli Atenei dei distributori di assorbenti e di tamponi adatti a contenere le fasi del ciclo mestruale.

Ad occuparsene saranno i servizi sanitari dei campus universitari e degli ostelli per studenti dove le studentesse albergano.

Il ministro dell’Istruzione francese ha anche garantito che dal prossimo anno accademico saranno distribuiti in forma gratuita prodotti per le donne ecocompatibili, così da superare da un lato la “povertà mestruale” e dall’altra dare una mano all’ambiente.

Il recente sondaggio

Secondo un sondaggio riportato dalla rivista online DW, su 6.500 studentesse intervistate il 13% ne trarrebbe vantaggio dalla distribuzione gratuita.

Hanno infatti affermato che in alcuni momenti hanno dovuto decidere se comprarsi da mangiare o se acquistare gli assorbenti adatti al periodo del ciclo mestruale.

La Francia segue la Scozia e la Nuova Zelanda

La scelta della Francia non è un unicum a livello mondiale. Lo scorso anno anche la Scozia e la Nuova Zelanda hanno approvato in parlamento una legge che rende gratuiti gli assorbenti in tutti gli edifici pubblici dei rispettivi stati.

Tags:
donne
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook