12:14 01 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
0 30
Seguici su

Gli ufficiali delle dogane di Cincinnati, grazie al ‘fiuto’ del loro miglior detective, un cane antidroga, hanno intercettato una spedizione di cereali provenienti dal Sud America molto particolare.

Gli agenti della US Customs and Border Protection (CBP – protezione doganale), lo scorso 13 febbraio stavano lavorando alle merci in arrivo dal Perù quando la loro attenzione è stata attratta da una spedizione di fiocchi di mais diretta a una residenza privata ad Hong Kong.

Insospettiti dalla strana missiva, ma non volendo rovinare le confezioni senza la sicurezza di una giusta causa, hanno sottoposto il caso a Bico, il loro miglior detective in materia che ha subito convinto i colleghi ad aprire le confezioni.

​Quando gli agenti hanno aperto la scatola per dare un'occhiata più da vicino, hanno visto che il cereale conteneva polvere bianca e che i fiocchi erano ricoperti da una sostanza grigiastra.

Gli ufficiali hanno testato i fiocchi e la polvere e hanno scoperto che contenevano cocaina per un valore che al dettaglio è stimato intorno ai 2 milioni e 800 mila dollari, oltre 2,3 milioni di euro.

​Ma come ha fatto l’agente Bico a ‘fiutare’ subito il caso? Semplice, Bico è un cane di razza pastore tedesco specializzato in antidroga. Il suo fiuto non è metaforico ma molecolare. I cani molecolari, oltre ad avere una particolare predisposizione, vengono accuratamente e specificatamente addestrati. Le loro capacità sono tali da rendere la loro collaborazione assolutamente indispensabile per gli umani in tutta una serie di applicazioni. Prime tra tutte il contrasto al narcotraffico.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook