15:14 01 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
0 41
Seguici su

La Cina è pronta a lavorare per ripristinare il dialogo con Washington e spera che gli Stati Uniti abbandonino la loro politica di sanzioni, ha detto il ministro degli Esteri cinese Wang Yi, sottolineando che la Cina non si è mai intromessa negli affari interni dell'America.

"Negli ultimi anni, gli Stati Uniti hanno praticamente interrotto il dialogo bilaterale a tutti i livelli", ha detto stamane Wang in un forum del ministero degli Esteri a Pechino.

Wang ha accusato l'amministrazione dell'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump del deterioramento delle relazioni bilaterali e ha invitato Washington a creare le condizioni per la cooperazione, rimuovendo i dazi sui beni cinesi e abbandonando le sanzioni imposte alle società tecnologiche cinesi e alle istituzioni accademiche.

"Siamo pronti ad avere una comunicazione sincera con gli Stati Uniti", ha detto Wang, sottolineando che la Cina e gli Stati Uniti devono rafforzare la comprensione reciproca attraverso il dialogo, nonostante le differenze sociali, culturali e storiche e i vari disaccordi tra i due paesi.

Il ministro degli Esteri cinese ha affermato che Pechino non ha mai interferito negli affari interni degli Stati Uniti, rispettando la scelta del popolo americano, quindi Washington deve rispettare anche gli interessi della Cina.

Wang ha detto che gli Stati Uniti devono smetterla di "calunniare" il Partito Comunista Cinese e il sistema politico del Paese, e devono smetterla di sostenere le azioni errate delle forze separatiste che sono a favore dell'indipendenza di Taiwan. Il ministro degli Esteri ha anche lanciato un appello contro i tentativi di Washington di minare la sovranità e la sicurezza della Cina e di immischiarsi nei suoi affari interni, in particolare per quanto riguarda Hong Kong, il Tibet e lo Xinjiang.

Wang ha sottolineato che la Cina protegge la pace nel mondo, non mira a rovesciare i governi di altri paesi e non impone alcuna ideologia ad altri stati.

Sebbene le relazioni USA-Cina siano scese a nuovi minimi sotto l'amministrazione Trump, il nuovo Presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha promesso di essere ancora più duro con Pechino del suo predecessore. In un appello teso con il presidente cinese Xi Jinping all'inizio di questo mese, Biden ha avvertito Pechino che gli Stati Uniti erano preoccupati per le loro attività nell'Indo-Pacifico, le violazioni dei diritti umani e le pratiche commerciali sleali. I funzionari cinesi hanno ripetutamente negato tutte queste accuse.

Bandiere Cina USA
© AP Photo / Jason Lee/Pool
Bandiere Cina USA
Nel suo primo importante discorso a un pubblico straniero la scorsa settimana, Biden ha esortato gli alleati americani a prepararsi per una dura competizione strategica a lungo termine con la Cina.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook