21:46 25 Febbraio 2021
Mondo
URL abbreviato
202
Seguici su

Il funzionario di un centro di accoglienza per rifugiati a Pau è stato ucciso venerdì 19 febbraio, alla fine della mattinata, da un richiedente asilo sudanese che lo ha pugnalato più volte.

Il direttore del Centro di accoglienza per richiedenti asilo (Cada) Isard Cos, un 46enne padre di famiglia, è morto in seguito all'attacco con coltello da parte di un 38enne sudanese richiedente asilo.

L'aggressore è stato immediatamente fermato e messo agli arresti dalle forze dell'ordine. A riferirlo è il quotidiano transalpino Le Figaro citando fonti di polizia.

Stando ai primi rapporti preliminari, l'attacco è avvenuto intorno alle ore 11:00; l'autore del folle gesto non sarebbe un ospite del centro, ma vi era stato in passato. L'uomo era noto alla polizia per atti di violenza ed era stato in prigione, ma era sconosciuto ai servizi di intelligence. Gli era stato appena rifiutato lo status di rifugiato.

Il ministro dell'Interno francese Gérald Darmanin ha inviato le sue "sincere condoglianze alla famiglia della vittima e ai suoi parenti" e ha riferito che si recherà a Pau "alla fine del pomeriggio per incontrare lo staff dell'associazione" dopo la "drammatica" aggressione.

Istituito da molto tempo a Pau, il centro di accoglienza per richiedenti asilo Isard COS è, come riferito sul sito web ufficiale, un centro da 257 posti che offre a richiedenti asilo e rifugiati "un sostegno completo ma adattato ad ogni situazione familiare o personale", e offre alloggio in diverse parti della città.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook