02:23 28 Febbraio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 32
Seguici su

L'Organizzazione mondiale della sanità ha confermato che la variante sudafricana del Covid 19 risulta essere più contagiosa rispetto al "normale" virus del Sars Cov2.

Il capo del team tecnico per la divisione di emergenza dell'OMS, Maria Van Kerkhove, nella questione della maggiore contagiosità della variante sudafricana del Covid rispetto al virus Sars Cov2, ha affermato che ciò non influisce sulla gravità della malattia.

"Questa variante è più contagiosa, così come quella britannica" ha affermato l'epidemiologa, aggiungendo che la diffusione del contagio può comunque essere rallentata dalle misure anti-Covid come il distanziamento sociale.

La variante sudafricana 501.V2 è stata identificata per la prima volta in Sudafrica. Secondo il centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) questa variante è quella dominante nel territorio sudafricano e la settimana l'Oms ha dichiarato che è stata registrata in 19 paesi europei.

Varianti del virus Sars Cov2

A metà dicembre i funzionari sanitari del Regno Unito hanno annunciato che nel paese è stata identificata una nuova variante del coronavirus. NERVTAG (New and Emerging Respiratory Virus Threats Advisory Group), il comitato tecnico scientifico sulla pandemia britannico, ha confermato che la nuova variante del coronavirus individuata nel Paese si sta diffondendo a un ritmo più veloce e richiede maggiore cautela da parte della popolazione.

Sebbene la nuova variante del virus, denominata B.1.1.7, secondo stime preliminari, possa essere il 70% più contagiosa del virus SARS-CoV-2 normale, al momento non ci sono informazioni che suggeriscano che sia più pericolosa in termini di decessi o ricoveri.

A dicembre anche il ministero della Sanità del Sudafrica ha riferito di aver rilevato una nuova variante di COVID-19 mutata, in seguito ribattezzata 501.V2, nota anche come B.1.351.

Un'altra variante è stata scoperta più recentemente in Brasile.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook