23:20 25 Febbraio 2021
Mondo
URL abbreviato
101
Seguici su

Secondo quanto rilevato da Check Point Research, nell'ultimo mese è stata registrata un'impennata nei tentativi di truffa online relativi al tema di San Valentino. L'aumento è causato anche dal Covid, che ha provocato un aumento degli acquisti online.

Un'impennata dei tentativi di truffa informatica a 'tema' San Valentino è stata registrata nell'ultimo mese sul web, con oltre 400 campagne di mail di phishing, quelle in cui si cerca di indurre l'utente a cliccare su link pericolosi.

Il risultato emerge da un'analisi di Check Point Research, che registra un aumento rispetto all'anno scorso.

Secondo quanto affermato dagli esperti del blog della compagnia, nell'ultimo mese c'è stato anche un aumento del 29% rispetto al gennaio 2020 dei domini registrati, e su oltre 23mila presi in considerazione 523 erano 'sospetti'.

Aumento delle truffe dovuto anche alla pandemia

"Abbiamo studiato le truffe nello shopping per diversi anni ormai. Il salto tra quest'anno e l'anno scorso è stato il più grande. Sospettiamo che la spinta principale sia dovuta al coronavirus. In questo momento chi fa acquisti cerca di evitare i negozi, e si affida di più allo shopping online, e questo è visto dagli hacker come un'opportunità" ha spiegato Ekram Ahmed, un portavoce di Check Point.

La maggior parte delle truffe registrate sono concentrate sulla frode nei confronti dell'acquirente, in cui si cerca di attirare l'utente con offerte e prezzi molto bassi per l'acquisto di regali online.

© Sputnik
Una giovane donna con un enorme peluche
Di recente, in un'operazione congiunta la Polizia Postale di Ancona e il Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni di Roma hanno smantellato un'organizzazione criminale internazionale dedita a truffe nei confronti di aziende italiane del centro/nord, le quali attirate dalla possibilità di fare guadagni con aziende estere venivano poi raggirate.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook