03:17 05 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
104
Seguici su

L'attacco finora non è stato rivendicato dal gruppo dei ribelli Houthi attivi in Yemen.

La coalizione militare guidata dall'Arabia Saudita ha reso noto di aver intercettato e abbattuto due droni da combattimento lanciati contro il Regno dai ribelli Houthi.

Lo riferisce la televisione di stato saudita, specificando che l'attacco effettuato faceva parte di "un tentativo sistematico e deliberato di attentare alle vite dei civili" sauditi.

L'attacco ha infatti generato un incendio di dimensioni contenute nell'aeroporto di Abha, nel sud dell'Arabia Saudita, che è però stato immediatamente domato.

Nella nota non è comunque stato specificato l'esatto luogo dal quale i droni sono stati lanciati. Da parte sua, il gruppo dei ribelli Houthi non ha effettuato rivendicazioni in merito all'azione odierna.

I due droni messi fuori combattimento oggi vanno ad aggiungersi ai cinque che le forze di difesa anti-aerea di Riyadh avevano abbattuto tra sabato e domenica scorsi.

La guerra civile nello Yemen

Lo Yemen attraversa una guerra civile: il conflitto è iniziato nel 2014 e si è intensificato l'anno successivo quando i ribelli sciiti Houthi hanno preso il controllo di gran parte dei territori occidentali del Paese e hanno spodestato l'allora presidente Abdrabbuh Mansur Hadi.

Da marzo 2015 l'alleanza araba guidata dai sauditi - che sostiene le forze di Hadi - conduce operazioni aeree, terrestri e marittime contro i ribelli, che controllano la capitale di Sanaa e vaste aree nello Yemen settentrionale e occidentale.

Gli Houthi usano spesso droni carichi di esplosivo per attaccare il territorio saudita.

Il nuovo governo dello Yemen si è insediato il 26 dicembre davanti al presidente Abdrabbuh Mansour Hadi nella sua sede temporanea a Riyadh, in Arabia Saudita.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook