02:15 28 Febbraio 2021
Mondo
URL abbreviato
1176
Seguici su

Il danno economico causato da una possibile bocciatura del progetto Nord Stream 2 da parte di Berlino sarebbe enorme, ma il danno alle relazioni politiche tra i paesi come conseguenza di quel risultato "non può essere calcolato", ha detto a Sputnik Matthias Platzeck, capo del Forum tedesco-russo.

L'ex presidente del Partito socialdemocratico (Spd) ha sottolineato che le sanzioni "non hanno e non porteranno a un cambiamento positivo nei rapporti tra Russia ed Europa, anzi, negli ultimi anni(...) le sanzioni hanno causato un peggioramento della situazione”, aumentando il pericolo di un'escalation militare in Europa.

"Quindi non credo all'uscita dal Nord Stream 2. Il danno economico sarebbe enorme, il danno politico non può essere misurato affatto”, ha detto il capo del Forum tedesco-russo.

Per Platzeck, la sospensione del progetto Nord Stream 2 "porterebbe solo a un altro isolamento della Russia, probabilmente per molto tempo".

"Credo che questo non sia affatto nel nostro interesse", ha aggiunto.

Matthias Platzeck
© Sputnik . Nikolai Jolkin
Matthias Platzeck

I deputati del Parlamento europeo avevano approvato a maggioranza una risoluzione in occasione dell'arresto del blogger dell'opposizione Navalny in Russia, in cui chiedevano all'UE di bloccare l'attuazione del progetto Nord Stream 2 e di intensificare le misure restrittive anti-russe.

Stati chiave come la Germania e l'Austria - partner del progetto Nord Stream 2 - hanno sottolineato che non esiste alcun collegamento tra la situazione di Navalny e la costruzione del gasdotto e che si tratta di due questioni che devono essere studiate separatamente. La parte tedesca ha sottolineato che si tratta di un progetto economico che deve essere realizzato.

Il 2 febbraio, il blogger dell'opposizione è stato condannato a 3,5 anni di carcere, compresi i 10 mesi passati agli arresti domiciliari, ovvero, se il suo ricorso contro la sentenza non ha successo, l'avversario rischia due anni e otto mesi di reclusione.

Alexei Navalny è stato arrestato il 17 gennaio in un aeroporto di Mosca mentre tornava dalla Germania.
Il 18 gennaio la giustizia russa ha condannato l'oppositore a 30 giorni di detenzione preventiva.

Navalny è accusato di reati di frode ai danni dell'azienda di prodotti di bellezza Yves Rocher e appropriazione illegale di fondi dalla società di legname Kirovles. Navalny respinge tutte le accuse a lui addotte e le considera politicamente motivate.

Dopo il processo, nel centro di Mosca si sono svolte manifestazioni non autorizzate. Si sono svolte anche altre proteste non autorizzate il 23 e 31 gennaio in un centinaio di città russe.

Tags:
Nord Stream 2
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook