01:52 28 Febbraio 2021
Mondo
URL abbreviato
Coronavirus nel mondo: oltre 30 milioni contagiati (324)
858
Seguici su

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha tenuto una conferenza stampa a Wuhan dopo quattro settimane di indagini. Le conclusioni sono che sembra molto improbabile che il virus possa essere nato in laboratorio ma, il veicolatore animale che ha portato l’infezione all’uomo non è ancora stato identificato.

Pur sembrando tutti concordare sulla scarsa probabilità di un’origine artificiale del virus che provoca la malattia COVID-19, gli esperti non riescono a giungere a conclusioni univoche sull’ipotesi restante – quella della veicolazione animale.

Secondo Liang Wannian, un esperto cinese dell'Università Tsinghua, pipistrelli e pangolini sarebbero da escludere come riserva animale per il COVID-19.

"I coronavirus più altamente correlati a SARS-CoV-2 si trovano in pipistrelli e pangolini, suggerendo che potrebbero essere il serbatoio del virus che causa il COVID-19, sulla base dell'elevata somiglianza e sequenze tra i virus standard e la SARS- CoV-2. Tuttavia, i virus identificati finora da nessuna di queste specie sono sufficientemente simili a SARS-CoV-2 da servire come su progenitore diretto", ha detto Liang alla conferenza stampa del team di esperti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Al contrario, Peter Ben Embarek, esperto dell'OMS specializzato in sicurezza alimentare, ha affermato che l'indagine per identificare le origini del coronavirus indica un serbatoio naturale proprio nei pipistrelli, anche se è improbabile che se ne trovassero a Wuhan.

Non ci sono prove della circolazione di COVID-19 in nessuna specie animale in Cina alla fine del 2019, ha aggiunto Embarek.

"Non è stato possibile individuare alcuna specie animale come potenziale serbatoio per questa malattia, nel 2019 non sembra che ci fosse circolazione del virus in nessuna specie animale nel Paese", ha detto l’esperto, secondo il quale l’epidemia sarebbe stata probabilmente causata da specie ospiti intermedie, mentre una perdita da laboratorio sarebbe un’ipotesi del tutto improbabile.

"Abbiamo identificato quattro ipotesi principali o gruppi di ipotesi su come il virus avrebbe potuto essere introdotto nella popolazione umana: spillover zoonotico diretto; introduzione attraverso specie ospiti intermedie; catena alimentare, prodotti alimentari congelati, trasmissione di superficie; e infine un incidente correlato al laboratorio ... I nostri risultati iniziali suggeriscono che l'introduzione attraverso una specie ospite intermedia è il passaggio più probabile anche se richiederà più studi e ricerche mirate più specifiche ... al contrario i risultati suggeriscono che sia estremamente improbabile l’ipotesi dell’incidente di laboratorio", ha detto Ben Embarek.

Una veduta dall'alto del laboratorio P4 dell'Istituto di virologia di Wuhan, in Cina
© AFP 2021 / HECTOR RETAMAL
Una veduta dall'alto del laboratorio P4 dell'Istituto di virologia di Wuhan, in Cina

Secondo Liang, non ci sono prove che il COVID-19 circolasse a Wuhan prima di dicembre 2019 e che il tasso di mortalità non sia aumentato a Wuhan e in altre città della provincia di Hubei da luglio a dicembre 2019.

"Durante il periodo luglio-dicembre 2019, abbiamo condotto una revisione dei dati di sorveglianza sulla mortalità nella città di Wuhan e nel resto della provincia di Hubei. Non sono emerse prove sostanziali di fluttuazioni inattese della mortalità che potrebbero suggerire il verificarsi della trasmissione di SARS-CoV-2. Non vi è alcuna indicazione della trasmissione di SARS-CoV-2 nella popolazione nel periodo precedente a dicembre 2019. Non vi sono quindi prove sufficienti per determinare se SARS-CoV-2 si fosse diffuso a Wuhan prima di dicembre 2019", ha detto Liang.

Laboratorio P4 dell’Istituto di Virologia di Wuhan
© AP Photo / HECTOR RETAMAL
Laboratorio P4 dell’Istituto di Virologia di Wuhan

L'esperto ha aggiunto, tuttavia, che il virus che causa il COVID-19 potrebbe essere circolato in altre regioni prima di essere identificato nella città centrale cinese di Wuhan alla fine del 2019.

Il COVID-19 è stato scoperto fuori dal mercato ittico cinese di Huanan a dicembre 2019, ha detto Liang.

"Mentre alcuni dei primi casi avevano un'associazione con il mercato del pesce di Huanan, altri erano associati ad altri mercati e altri casi non avevano associazione alcuna. È probabile che il mercato del pesce di Huanan abbia agito da fulcro per la trasmissione del virus ma ci sono anche trasmissioni che sembrano avvenire contemporaneamente altrove a Wuhan. Questo è il nostro giudizio di base, non è possibile sulla base delle informazioni attuali determinare come SARS-CoV-2 sia stato introdotto nel mercato di Huanan", ha concluso l'esperto.

Tema:
Coronavirus nel mondo: oltre 30 milioni contagiati (324)
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook