09:45 07 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 60
Seguici su

La cittadina australiana Cheng Lei, che era trattenuta dall'agosto dello scorso anno dalle autorità cinesi, è stata arrestata e formalmente accusata di spionaggio, ha comunicato stamane il Dipartimento degli Esteri australiano.

"Il governo australiano è stato informato che la cittadina australiana, la signora Cheng Lei, è stata formalmente arrestata in Cina il 5 febbraio, dopo essere stata trattenuta dalle autorità per 6 mesi. Le autorità cinesi hanno informato che la signora Cheng è stata arrestata perché sospettata di aver fornito illegalmente segreti di Stato all'estero", si legge nella dichiarazione del Dipartimento australiano degli affari esteri e del commercio.

Secondo quanto riferito, la Cheng lavorava come conduttrice di notizie economiche presso l'emittente statale cinese in lingua inglese CGTN dal 2012 ed era attiva nella comunità di espatriati australiani a Pechino.

I diplomatici australiani hanno fatto visita alla Cheng sei volte, l'ultima il 27 gennaio in base a un accordo consolare tra Canberra e Pechino.

Due importanti testate australiane, l’emittente statale ABC e la pubblicazione finanziaria Australian Financial Review hanno ritirato i loro corrispondenti dalla Cina nelle ultime settimane dopo che questi erano stati interrogati dalle autorità. Ciò lascia la Cina praticamente senza rappresentanti dei media australiani per la prima volta da decenni.

Le relazioni tra Cina e Australia sono andate di male in peggio per una serie di problemi nell'ultimo anno, spingendo Pechino a interrompere l'importazione di vari beni australiani, compreso il carbone. Anche gli espatriati di entrambi i paesi sono stati sempre più presi nel mirino delle forze dell'ordine con l'aumento delle tensioni tra le due nazioni.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook