03:12 05 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
Di
140
Seguici su

Grazie alle vittorie schiaccianti di Daniil Medvedev e Andrey Rublev sui colleghi italiani la Russia si aggiudica l'ATP Cup di Melbourne.

La Russia trionfa all’ATP Cup di Melbourne, la competizione che precede gli open australiani di Tennis che partiranno lunedì.  

Daniil Medvedev, 24 anni, quarto nella classifica Atp, e il numero otto, Andrey Rublev, 23enne, hanno battuto gli italiani Matteo Berrettini e Fabio Fognini nei singolari.

In particolare, Rublev ha letteralmente travolto Fognini 6-1 e 6-2, e Medvedev si è affermato su Berrettini 6-4, 6-2, portando il “team Russia” sulla vetta della seconda edizione dell’ATP Cup australiana, strappando il titolo alla Serbia di Novak Diokovic, che lo aveva conquistato nel 2020.

"Durante la partita avete incitato più Matteo, ma grazie lo stesso...", ha detto Medvedev durante la premiazione, più sorridente del solito. Subito dopo ha fatto il gesto di togliersi il cappello e si è “inchinato” davanti al suo team.

Una sconfitta, quella italiana, che però, ricorda SkySport, che non cancella il percorso degli azzurri, che prima di arrivare in finale si sono imposti sulla squadra austriaca, francese e spagnola, riportando l’Italia sul tetto del mondo.  

“Abbiamo vissuto una settimana incredibile, spero che vi siate divertiti", ha detto Berrettini, decimo nella classifica mondiale dell’ATP.

“Probabilmente Daniil è il giocatore più in forma del circuito, però la prossima volta voglio essere più pronto per affrontarlo- ha detto il fuoriclasse azzurro citato da Federtennis -. Bisogna prendere la sconfitta e analizzarla, ma il bilancio è comunque positivo e bisogna prendere tutto, anche la sconfitta”.

“Ho giocato quattro partite contro avversari forti e tre sono andate bene, per cui questa manifestazione mi dà tanta fiducia non solo per il prossimo torneo, ma anche per il resto della stagione”, ha poi affermato riferendosi ai prossimi match.

“C’è poco da dire, ho giocato contro uno dei tennisti più in forma del circuito e si è visto”, è stato il commento di Fognini. “Oggi contro Rublev ho avuto pochissime chances, - ha ammesso - ma sono comunque soddisfatto del torneo perché ho ritrovato un buon livello di gioco, perché questa settimana ci siamo divertiti, abbiamo costruito un bel gruppo e abbiamo vinto delle ottime partite”.

“Non siamo ovviamente contenti dell’epilogo non faremmo sport agonistico se la vedessimo diversamente. Però siamo soddisfatti della settimana, dello spirito di squadra, delle emozioni di gruppo vissute assieme, soprattutto in un periodo nel quale tendono ad isolarci”, ha detto alla fine il coach azzurro, Vincenzo Santopadre, commentando il ko contro il duo russo Medvedev-Rublev.

Correlati:

La stella del tennis russa Maria Sharapova crede di essersi "ritirata al momento giusto"
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook