00:51 06 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Gli Stati Uniti stanno ponendo fine agli accordi con paesi terzi sicuri, firmati con El Salvador, Honduras e Guatemala sotto l'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, lo ha annunciato il Segretario di Stato Antony Blinken.

"Gli Stati Uniti hanno sospeso e avviato il processo di risoluzione degli accordi di cooperazione in materia di asilo con i governi di El Salvador, Guatemala e Honduras come primi passi concreti sul percorso verso una maggiore partnership e collaborazione nella regione delineata dal Presidente Joe Biden", lo ha riferito Blinken in una dichiarazione sabato.

"La risoluzione di questi accordi è efficace dopo il periodo di preavviso stipulato in ciascuno degli accordi, ma la loro sospensione è immediata", ha aggiunto.

​Secondo Blinken, i trasferimenti nell'ambito dell'accordo di cooperazione per l'asilo tra Stati Uniti e Guatemala erano stati sospesi già a metà marzo 2020, mentre gli accordi con El Salvador e Honduras non sono mai stati attuati.

"Per essere chiari, queste azioni non significano che il confine degli Stati Uniti sia aperto. Mentre ci impegniamo ad espandere i percorsi legali per la protezione e l'opportunità qui e nella regione, gli Stati Uniti sono un paese con confini e leggi che devono essere applicate", ha detto Blinken.

"Siamo anche impegnati a fornire un trattamento sicuro e ordinato per tutti coloro che arrivano al nostro confine, ma coloro che tentano di migrare irregolarmente stanno mettendo a rischio se stessi e le loro famiglie in quello che può essere un viaggio molto pericoloso", ha aggiunto.

Gli accordi di paesi terzi sicuri, che ora vengono terminati, facevano parte degli sforzi dell'amministrazione Trump per aiutare ad alleviare il numero di migranti negli Stati Uniti. Gli accordi richiedevano ai migranti in cerca di asilo negli Stati Uniti di richiedere prima protezione nei paesi sopra menzionati (El Salvador, Honduras e Guatemala).
Tags:
Tony Blinken
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook