22:42 25 Febbraio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 21
Seguici su

L'esercito del Myanmar aveva in precedenza ordinato agli operatori delle comunicazioni e ai fornitori di servizi Internet di bloccare l'accesso a Twitter, Instagram, Facebook e alle app correlate, sostenendo che alcune persone stavano cercando di utilizzare le piattaforme dei social media per diffondere disinformazione.

Il Myanmar è stato colpito da un nuovo blackout Internet a livello nazionale pochi giorni dopo un arresto simile che ha coinciso con un colpo di Stato militare, secondo NetBlocks, un gruppo indipendente che monitora le interruzioni di internet in tutto il mondo.

L'esercito, attualmente responsabile del Myanmar, ha ampliato il divieto sui social media all'indomani del colpo di Stato di questa settimana, che ha visto il consigliere di Stato Aung San Suu Kyi rovesciato e successivamente arrestato. Facebook e Instagram anche sarebbero state bloccate, poiché queste piattaforme sarebbero state utilizzate per diffondere notizie false.

​Telenor, una società di telecomunicazioni con sede in Norvegia ma che opera in Myanmar attraverso una controllata, ha rivelato di aver rispettato l'ordine dell'esercito di tagliare l'accesso alle piattaforme di social media, ma ha messo in discussione "la necessità e la proporzionalità della direttiva".

Twitter, nel frattempo, ha rilasciato una dichiarazione per sottolineare che è "profondamente preoccupato" per l'ordine di chiudere i servizi internet nel paese e ha promesso di "sostenere per porre fine agli arresti distruttivi guidati dal governo".

"Mina la conversazione pubblica e il diritto delle persone di far sentire la propria voce", ha detto un portavoce di Twitter.

Il colpo di Stato militare in Myanmar di lunedì ha portato a gravi interruzioni di internet in tutto il paese, i giornalisti locali dicono che l’esercito aveva anche silenziato i media statali, TV, radio, e le linee telefoniche locali.

Militari prendono il potere nel Myanmar spodestando Aung San Suu Kyi

La leader civile del Myanmar, Aung San Suu Kyi, insieme al presidente e ad altri politici di alto livello sono stati arrestati nelle prime ore di lunedì, i militari del paese hanno dichiarato uno stato di emergenza di un anno, al termine di settimane di crescenti tensioni sulle accuse di brogli elettorali nelle elezioni di novembre 2020.

La dichiarazione, firmata dal Primo Vice Presidente U Myint Swe, che servirà come presidente ad interim del Myanmar, ha dichiarato che il potere è stato consegnato al comandante in capo dei servizi di difesa Min Aung Hlaing.

Il Segretario Generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha promesso venerdì che l'organizzazione farà tutto il possibile per creare le condizioni affinché il colpo di Stato militare in Myanmar venga invertito.
Le tensioni nel paese si erano intensificate a gennaio, quando lo spettro di un colpo di Stato militare è stato sollevato per la prima volta in Myanmar dopo le accuse di frodi elettorali diffuse durante le seconde elezioni generali dalla fine del governo militare nel 2011.

Al ballottaggio dell'8 novembre 2020, La Lega Nazionale per la democrazia (NLD), guidata da Aung San Suu Kyi, ha raccolto l'83% dei seggi. Il partito ha rivendicato un totale di 396 su 476 seggi nelle camere basse e alte del Parlamento.

L'esercito del Myanmar, tuttavia, ha accusato massicci brogli elettorali nelle elezioni, ma NLD respinge le accuse come infondate.

Tags:
Aung San Suu Kyi, Myanmar
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook