20:41 07 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
0 40
Seguici su

Il capo di Al Qaeda nella penisola arabica Khalid Batarfi è stato arrestato in Yemen lo scorso ottobre, secondo quanto riferisce un rapporto dell'Onu.

La conferma giunge da un rapporto sull'attività dell'organizzazione Al Qaeda nella Penisola arabica (AQAP), contenente informazioni sui leader del gruppo terroristico. Secondo quanto riferito AQAP attraverserebbe una fase di declino a causa dell'arresto e della morte dei suoi capi. 

"Il loro leader, Khalid Batarfi, noto anche come Abu Miqdad al-Kindi […] è stato arrestato a ottobre nella città di Ghayda (provincia di Al-Mahra) durante un'operazione in cui è stato ucciso anche il secondo in comando, Saad Atef al-Awlaqi", si legge nel rapporto numero 27 del gruppo di monitoraggio analitico e delle sanzioni dell'Onu.

Anche il leader del gruppo ad Abyan, Al-Khadr al-Walidi, è stato assassinato a novembre. Inoltre, il gruppo ha subito una schiacciante sconfitta nella provincia di Al-Bayda, poiché i combattenti rimanenti si sono dispersi verso Shabwa, Marib e Abyan.

Il rapporto è stato presentato alla Presidenza del Consiglio di Sicurezza il 21 gennaio 2021

L'organizzazione Al Qaeda nella penisola arabica (AQAP) è un'affiliata della rete terroristica Al Qaeda con sede nello Yemen. I membri del gruppo, inclusi dall'ONU nell'elenco delle sanzioni nel 2010, hanno pianificato e condotto attacchi contro l'ambasciata degli Stati Uniti in Yemen, turisti, operatori umanitari, funzionari incaricati di combattere il terrorismo e strutture dell'industria petrolifera nel Paese. Il gruppo ha anche commesso attacchi in Arabia Saudita.

Tags:
ONU, Al Qaeda, Arabia Saudita, Yemen
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook