15:29 07 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
690
Seguici su

Martedì la presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen ha affermato che l'Ue potrebbe approvare il vaccino russo anti-Covid Sputnik V.

Le recenti dichiarazioni della presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, circa una possibile approvazione nell'Ue del vaccino russo anti-Covid Sputnik V potrebbero rappresentare un estremo tentativo da parte della politica tedesca di salvare la faccia e la sua posizione. Ad affermarlo ai microfoni di Sputnik è Roman Haider, parlamentare europeo del Partito della Libertà austriaco (Freiheitliche Partei Österreichs):

"Sarebbe divertente se non fosse anche triste e pericoloso per delle vite: il vaccino della "cattiva" Russia ora dovrebbe rimediare al fallimento su tutta la linea della leadership europea sulle forniture dei vaccini e salvare la poltrona del più grande fallimento dell'Ue, la Von der Leyen", sono state le dichiarazioni di Haider.

Nella giornata di martedì la politica tedesca aveva rivelato che l'Ue potrebbe approvare i vaccini anti-Covid russo e cinese qualora i loro produttori avessero mostrato "trasparenza".

Nello stesso giorno, una pubblicazione della prestigiosa rivista scientifica The Lancet ha messo in evidenza che il vaccino russo Sputnik V ha dimostrato un livello di efficacia pari al 91,6% nei test clinici effettuati.

Produzione del vaccino Sputnik V
© Sputnik . Abzal Kaliyev
Produzione del vaccino Sputnik V

Il vaccino Sputnik V

Sputnik V è stato sviluppato nel maggio 2020 dal Centro Nazionale Gamaleya per l’Epidemiologia e la Microbiologia del Ministero russo della sanità per poi essere registrato nel mese di agosto.

Il vaccino è stato progettato utilizzando una piattaforma adenovirale umana ben nota e affidabile ed è anche uno dei meno costosi al mondo, con un prezzo di 10 dollari per iniezione. Entro la fine dello scorso anno il prodotto ha ricevuto l'approvazione per l'uso nella campagna di vaccinazione domestica su vasta scala in Russia, iniziata a dicembre 2020 ed è completamente gratuito per i cittadini russi.

Secondo il Fondo russo per gli investimento diretti (RDIF), Sputnik V è stato registrato in 16 paesi. Si prevede che entro i prossimi giorni verranno somministrate inoculazioni del vaccino russo a persone in Bolivia, Kazakistan, Turkmenistan, Palestina, Emirati Arabi Uniti, Paraguay, Ungheria, Armenia, Algeria, Repubblica serbo-bosniaca, Venezuela e Iran.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook