20:36 25 Febbraio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 02
Seguici su

Le autorità della Polinesia Francese hanno imposto il divieto di entrare nel Paese per i turisti, riporta il portale Travel and Leisure.

Il Paese, composto da 118 isole tra cui le famose tra i vacanzieri Tahiti e Bora Bora, dal 3 febbraio ha chiuso i confini al fine di evitare una nuova crescita dei casi di contagio dal coronavirus, riporta il popolare sito di turismo e consigli per i viaggi.

Mentre nel resto del mondo l'incidenza di infezioni è ancora alta, la Polinesia Francese, che aveva avuto il picco di nuovi positivi al COVID-19 ad autunno, negli ultimi giorni ha registrato zero nuovi casi del coronavirus.

Gli ospiti stranieri che al momento si trovano nella Polinesia Francese possono proseguire con i loro viaggi, ha reso noto in un comunicato il Comitato del Turismo del Paese.

​Le nuove restrizioni al turismo in ingresso rimarranno in vigore fino a data da destinarsi e non si applicano a chi giunge nell'arcipelago per comprovati motivi di lavoro, salute, ricongiungimento famigliare ed ai residenti.

Fino al 15 febbraio sulle isole è stato introdotto il coprifuoco notturno, sono chiusi bar e locali notturni, è in vigore l'obbligo di mascherina.

Per visitare i resort i viaggiatori stranieri dovevano presentare un certificato di negatività del test per il coronavirus, l'assicurazione medica e sottoporsi ad un altro tampone il ​​quarto giorno dopo l'arrivo.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook