00:40 06 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
245
Seguici su

Un soldato americano saccheggiò il bizzarro cimelio nel ’45 dal bagno privato del dittatore nazista di Berghof, il suo ritiro nella Alpi bavaresi. Ora, i discendenti di quel soldato, hanno deciso di mettere all’asta il reperto, contando di ricavarci una piccola fortuna.

Al soldato Ragnvald Borch gli alti ufficiali statunitensi nel maggio del 1945, dopo la conquista del Berghof, detto ‘Il nido d’aquila’, avvenuta congiuntamente con la 2ª Divisione corazzata francese, dissero: “Prendi quello che vuoi”.

Non era rimasto molto tra le rovine di quello chalet alpino bombardato, ma Borch notò qualcosa di interessante, significativo e facile da trasportare: il sedile del water del bagno privato padronale.

Stando alle ricostruzioni pubblicate dai media, pare che quando al soldato i commilitoni stupiti chiesero per quale motivo avesse scelto il sedile in legno di un water, questi rispose:

"E dove pensi che Hitler abbia messo il sedere?"

“Si può solo provare ad immaginare i complotti che il tiranno escogitava mentre contemplava il mondo dall’alto di questo trespolo!” si legge nella descrizione pubblicata sul sito web di liveuctioneers, dalla casa d’asta Alexander Historical Auctions LLC che l’8 febbraio venderà all’incanto il cimelio a Chesapeake City, nel Maryland.

La famiglia del soldato Ragnvald Borch, dopo aver per tanti anni conservato nel seminterrato quel bizzarro ‘pezzo di Storia’, ha deciso di venderlo e spera ora di farci almeno 15mila dollari.

Cifra assolutamente realistica secondo Bill Panagopulos della casa d’asta Alexander Auctions, secondo il quale l’oggetto sarebbe "garantito come una delle cose più accattivanti che si possano mai aggiungere a una collezione di cimeli della Seconda guerra mondiale”.

“Veniva dal bagno personale di Hitler, quanto di più vicino ad un ‘trono’ il dittatore avrebbe mai potuto ottenere”, ha aggiunto l’esperto banditore intervistato dai media.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook