15:44 07 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
5130
Seguici su

Anche la Francia potrebbe adottare il vaccino russo anti-Covid Sputnik V qualora il preparato dovesse passare tutte le certificazioni da parte dell'EMA e dell'Alta autorità per la Salute transalpina.

Il vaccino russo Sputnik V potrà essere utilizzato in Francia qualora il produttore dello stesso depositi la domanda di autorizzazione e le autorità sanitarie francesi ed europee confermino i risultati dei test clinici effettuati sul preparato.

Ad affermarlo è stato il presidente transalpino Emmanuel Macron ai microfoni dell'emittente nazionale TF1:

"Oggi abbiamo visto delle pubblicazioni che sembrano indicare un alto livello di efficacia del vaccino Sputnik V ma non possiamo distribuirlo in Francia in quanto il produttore russo non ha fatto richiesta per l'autorizzazione per la messa sul mercato", ha indicato Macron, chiarendo che la domanda per l'autorizzazione di emergenza sarà valutata non appena sarà depositata.

Macron ha quindi sottolineato che quella del governo francese è una "decisione scientifica" non avente alcuna connotazione di natura politica.

A sua volta, il ministro degli Esteri Jean-Yves Le Drian ha confermato che lo Sputnik V potrà essere distribuito in Francia in caso di ottemperanza alle "norme scientifiche" e alle "esigenze" europee:

"Se lo Sputnik è valido, omologato dall'Agenzia europea del farmaco e in Francia dall'Alta autorità per la Salute, non c'è alcun blocco alla sua diffusione. I vaccini non hanno nazionalità. L'importante è avere un farmaco che funzioni", ha dichiarato Le Drian alla radio Europe 1.

Anche la Merkel favorevole al vaccino

Nella giornata di ieri anche la cancelliera tedesca Angela Merkel si era detta aperta all'idea di utilizzare il vaccino anti-Covid russo in Europa in seguito alla pubblicazione da parte di The Lancet dei risultati positivi in relazione all'efficacia dello Sputnik V.

Lo Sputnik V

Sputnik V è stato sviluppato nel maggio 2020 dal Centro Nazionale Gamaleya per l’Epidemiologia e la Microbiologia del Ministero russo della sanità per poi essere registrato nel mese di agosto.

© Sputnik . Pavel Bednyakov
Vaccino russo Sputnik V

Il vaccino è stato progettato utilizzando una piattaforma adenovirale umana ben nota e affidabile ed è anche uno dei meno costosi al mondo, con un prezzo di 10 dollari per iniezione. Entro la fine dello scorso anno il prodotto ha ricevuto l'approvazione per l'uso nella campagna di vaccinazione domestica su vasta scala in Russia, iniziata a dicembre 2020 ed è completamente gratuito per i cittadini russi.

Secondo il RDIF, Sputnik V è stato registrato in 16 paesi. Si prevede che entro i prossimi giorni verranno somministrate inoculazioni del vaccino russo a persone in Bolivia, Kazakistan, Turkmenistan, Palestina, Emirati Arabi Uniti, Paraguay, Ungheria, Armenia, Algeria, Repubblica serbo-bosniaca, Venezuela e Iran.

Ieri una pubblicazione di The Lancet ha confermato un livello di efficacia del 91,6% dello Sputnik V contro le manifestazioni sintomatiche del Covid-19.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook