03:00 28 Febbraio 2021
Mondo
URL abbreviato
201
Seguici su

Le autorità federali statunitensi hanno arrestato due donne per l'assalto a Capitol Hill il 6 gennaio, una di loro ha espresso l'intenzione di sparare alla presidente democratica della Camera dei Rappresentanti Nancy Pelosi durante le proteste, scrive il Washington Post.

Il 12 gennaio l'FBI ha ottenuto il video di Don Bancroft e Diana Santos-Smith che lasciavano l'edificio del congresso. Dopo aver ricevuto le informazioni dall'FBI, gli investigatori sono riusciti ad identificare ed arrestare le donne.

"Siamo entrate in Campidoglio... Siamo entrate, abbiamo fatto il nostro lavoro... Stavamo cercando Nancy per spararle in testa, ma non l'abbiamo trovata", ha detto la Bancroft in un video, secondo l'FBI, inviato ai suoi figli.

Le donne, che secondo l'FBI inizialmente hanno mentito alle autorità sulla loro partecipazione all'assalto, devono rispondere di 3 capi d'accusa federali.

In precedenza l'avvocato dello "sciamano di Capitol Hill", al secolo Jacob Anthony Chansley, aveva dichiarato che il suo cliente sarebbe stato disposto a testimoniare contro Trump nel processo d'impeachment. 

Il 6 gennaio, i manifestanti pro-Trump hanno preso d'assalto il Campidoglio nel tentativo di impedire al Congresso di certificare la vittoria delle elezioni presidenziali al democratico Joe Biden, dopo che Trump li aveva esortati a non permettere che le elezioni venissero rubate. Cinque sono stati i morti e più di 170 fascicoli sono stati aperti dalla polizia in relazione alle rivolte.

Tags:
Nancy Pelosi, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook