00:42 06 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
860
Seguici su

Secondo un rappresentante dell'Agenzia Europea per i Medicinali, è interessante l'idea di combinare i componenti dei vaccini anti-Covid "Sputnik V", sviluppato dal Centro di ricerca russo "Gamaleya", e AstraZeneca.

Secondo il rappresentante dell'agenzia, l'Ema ritiene interessante l'idea di combinare i componenti dei vaccini Sputnik V e AstraZeneca.

"Sarebbe un'indagine molto interessante e speriamo che inizi molto presto ... Prima viene introdotto un vaccino e poi un altro, che potrebbe offrire una migliore protezione contro il Covid-19", ha detto il rappresentante dell'Ema.

Come sottolineato, l'Ema è aperta a parlare delle possibilità che il vaccino combinato offrirebbe.

Alexander Ginzburg, il direttore del Centro di Epidemiologia e Microbiologia "Gamaleya", che ha sviluppato Sputnik V, aveva commentato che il vaccino combinato Sputnik V/AstraZeneca avrebbe generato immunità per due anni.

Riferendosi a Sputnik V, il rappresentate dell'Ema ha affermato che l'agenzia continua a studiare i dati sul preparato russo per una possibile registrazione nell'Unione Europea.

"Siamo in contatto con il Centro Gamaleya, teniamo consultazioni e discutiamo i diversi aspetti di Sputnik V... Abbiamo la possibilità di capire come è stato generato questo vaccino per vedere se possiamo approvarlo per l'utilizzo nell'Unione Europea", ha detto il rappresentante dell'ente regolatore europeo.

In precedenza le autorità mediche tedesche hanno confermato passi in avanti tra Mosca e UE per la registrazione del vaccino "Sputnik V."

Tags:
vaccino, Scienza e Tecnica, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook