16:30 07 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
202
Seguici su

Il Regno Unito ha approvato la ripresa dei voli di Boeing 737 MAX nel Paese. Lo rende noto la Civil Aviation Authority (CAA).

"La CAA ha annunciato oggi che consentirà alle compagnie aeree britanniche di operare voli passeggeri su aerei Boeing 737 MAX che saranno soggetti a stretta supervisione. Inoltre, il divieto di voli nello spazio aereo del Regno Unito sarà revocato. Le modifiche entrano in vigore oggi", ha riferito il regolatore in una nota.

L'ente ha osservato che tale decisione è stata adottata a seguito di azioni simili da parte dei regolatori dell'UE, degli Stati Uniti e del Canada.

"La decisione segue l'approvazione delle modifiche progettuali al velivolo stesso, alla modalità di pilotaggio e all'addestramento dei piloti. Ciò ha incluso modifiche al Maneuvering Characteristics Augmentation System (MCAS) dell'aereo e altri cambiamenti chiave di sicurezza volti a prevenire ulteriori incidenti. La CAA è stata strettamente coinvolta in questo lavoro di approvazione e nell'ampio processo intrapreso da tutte le parti coinvolte", ha aggiunto il regolatore.

Al momento la CAA rimane in stretto contatto con la compagnia aerea TUI, che finora è stata l'unica nel Regno Unito a utilizzare Boeing 737 MAX.

Il capo della CAA Richard Moriarty ha dichiarato che la decisione di riprendere i voli di Boeing 737 Max non è stata facile, e non sarebbe stata presa se non ci fosse stata la certezza "che questo tipo di velivolo è idoneo al volo e può essere utilizzato in modo sicuro". 

"Il lavoro internazionale per riportare il Boeing 737 MAX nei cieli è stato il più grande progetto nel suo genere mai intrapreso nel settore dell'aviazione civile e mostra quanto sia importante la cooperazione tra gli Stati e i regolatori per garantire la sicurezza aerea", ha affermato.
Lo stop ai Boeing 737

Nel marzo 2019 i voli dei Boeing 737 MAX sono stati sospesi in tutto il mondo dopo due incidenti aerei con velivoli di questo modello. Nell'ottobre 2018 un Boeing della Lion Air era precipitato in Indonesia, 157 persone che si trovavano a bordo decedettero. Nel marzo 2019 la stessa sorte era capitata ad un Boeing 737 Max della Ethiopian Air, dove persero la vita 346 persone.

Nell'ottobre 2019 un gruppo di esperti internazionali JATR (Joint Authorities Technical Review) ha identificato difetti significativi nella certificazione di 737 Max da parte della Boeing e della stessa FAA. In particolare, secondo gli esperti, importanti informazioni sull'MCAS non sono state fornite alla FAA per intero e il regolatore stesso ha fornito alla Boeing poteri eccessivi nel processo di certificazione.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook