23:10 25 Febbraio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 111
Seguici su

La sua condotta è stata smascherata una volta rientrata in Cina con un aereo proveniente dagli Stati Uniti d'America.

Un tribunale cinese ha inflitto un anno di reclusione ad una cittadina della Repubblica Popolare che aveva nascosto i sintomi del coronavirus al momento dell'imbarco su un aereo che dagli Stati Uniti la ha riportata in patria. Lo ha comunicato il Global Times.

Per ingannare i controlli, la donna aveva assunto un antipiretico poco prima di salire a bordo del velivolo e, solo una volta rientrata in Cina, aveva rivelato di avere i sintomi della malattia.

A causa del suo comportamento 63 persone sono state sottoposte all'obbligo di quarantena e, proprio per questo motivo, la donna è stata condannata ad una pena detentiva.

Il Covid-19 in Cina

Fino ad oggi sono 89.197 i casi di contagio da Covid-19 segnalati dalle autorità sanitarie della Repubblica Popolare Cinese, una delle cifre più basse a livello mondiale.

Risultano essere invece poco più di 4.600 le vittime complessive del virus che si sarebbe originato nella città di Wuhan.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook