22:48 25 Febbraio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

Grazie alla fornitura del Serum Institute of India (SII), che ha prodotto il vaccino per conto dell'azienda farmaceutica britannica, tre milioni di dosi di AstraZeneca arriveranno tra una settimana in Arabia Saudita.

Il Serum Institute of India (SII) ha prodotto, per conto di AstraZeneca, dosi di vaccino vendute poi al prezzo di 5,25 dollari ciascuna. Tre milioni di dosi prodotte dal SII verranno consegnate all'Arabia Saudita, ma nessun piano per una distribuzione in Europa è stato annunciato.

Secondo quanto affermato dal suo CEO Adar Poonawalla a Reuters, SII non ha in progetto l'invio di dosi in Europa nonostante la società produttiva AstraZeneca sia al momento sotto pressione a causa delle sue affermazioni sul taglio delle dosi nel primo trimestre.

"Non ci è stato chiesto di fornire altri prodotti per l'Europa perché ciò significherebbe che le forniture ad Africa e India ne soffrirebbero, e certamente non lo vogliamo" ha affermato Poonawalla.

SII è infatti il più grande produttore di vaccini al mondo e fornisce dosi per conto di AstraZeneca, ma è anche libero di concludere i propri accordi di fornitura.

Poonawalla ha anche affermato che è intenzione dell'azienda aumentare la produzione di dosi del vaccino AstraZeneca del 30% entro fine marzo (al momento la produzione giornaliera è di circa 2,4 milioni di dosi).

L'azienda non ha tuttavia intenzione di collaborare con aziende come Pfizer a causa della catena del freddo. Di fatto il vaccino Pfizer deve essere conservato a -70 gradi, con strutture di cui l'India non dispone al momento.

In precedenza, sulla decisione di AstraZeneca di ridurre le dosi da distribuire e sul cambio delle tempistiche di consegna si è espresso il commissario europeo per la salute Stella Kyriakides, che ha definito inaccettabili le condizioni poste dall'azienda.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook