08:06 06 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 61
Seguici su

La presidente della Commissione europea ha richiamato la grande multinazionale farmaceutica a rispettare gli impegni presi con i Paesi europei.

Ursula Von der Leyen, presidente della Commissione europea, ha telefonato quest'oggi all'Ad di AstraZeneca, Pascal Soriot, insieme al quale è stato affrontato il tema dei ritardi annunciati dall'azienda per la consegna dei primi vaccini contro il Covid-19 in Ue.

La presidente ha fatto sapere di attendersi che AstraZeneca rispetti il contratto e ha ricordato che l’Ue ha investito molto nell’azienda proprio per assicurarsi che i prodotti arrivino per tempo, ancora prima dell’approvazione di Ema”, ha dichiarato la portavoce della Commissione, Erica Mamer.

Von der Leyen ha quindi sottolineato che l'Ue si aspetta "che l'azienda trovi soluzioni per ovviare ai ritardi".

Tale posizione è stata ribadita da Stella Kyriakides, Commissario europeo per la salute e la sicurezza alimentare dal 1° dicembre 2019, che ha richiesto dei chiarimenti all'ad del colosso farmaceutico-

Intanto l'Ema, l'Agenzia del farmaco europea, ha confermato che la decisione sul vaccino di AstraZeneca sarà presa entro la fine di questa settimana, come emerge dall'agenda del comitato sui prodotti medicinali a uso umano (Chmp) del 25-29 gennaio pubblicato in mattinata.

L'autorizzazione del vaccino AstraZeneca

L'Ema nelle scorse settimane aveva fatto sapere che l'autorizzazione del vaccino di AstraZeneca sarebbe stata ottenibile in un lasso di tempo così breve in quanto l'Agenzia ha già esaminato alcuni dati nell'ambito del processo di revisione continua, la cosiddetta rolling review.

Durante questa fase, l'EMA ha valutato i dati non clinici di laboratorio, i dati sulla qualità del vaccino e alcune prove sulla sicurezza e l' efficacia da un'analisi aggregata di dati clinici ad interim di quattro studi clinici in corso nel Regno Unito, Brasile e Sud Africa. Ulteriori informazioni scientifiche su questioni relative alla qualità, sicurezza ed efficacia del vaccino sono state fornite dalla azienda biotech anche su richiesta del comitato scientifico per i medicinali per uso umano (CHMP) dell'EMA e sono attualmente in fase di valutazione.

L'Agenzia europea ha già dato l'autorizzazione in uso d'emergenza ai vaccini delle aziende Pfizer/Biontech e Moderna. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook