21:45 25 Febbraio 2021
Mondo
URL abbreviato
121
Seguici su

Un'ampia ricerca sta analizzando una serie di fattori che sono alla base dei diversi risultati dell'infezione del coronavirus tra le diverse popolazioni.

I pazienti di origine asiatica e di colore contagiati dal coronavirus hanno livelli più alti di mortalità per l'infezione, ha concluso un recente studio.

Un team di ricercatori della Queen Mary University di Londra e del Barts Health NHS Trust ha esaminato 1.737 pazienti per condurre uno studio approfondito per esplorare gli effetti del coronavirus tra le persone di colore, asiatici e gruppi etnici minoritari. I risultati dello studio sono stati pubblicati su BMJ Open.

I ricercatori hanno esaminato i dati di tutti i pazienti di età pari o superiore a 16 anni con infezioni confermate da SARS-CoV-2, ricoverati nei cinque ospedali all'interno del Barts Health NHS Trust, tra il 1° gennaio e il 13 maggio 2020. 538 pazienti (31%) erano asiatici, 340 (20%) di colore e 707 (40%) bianchi.

Lo studio ha mostrato che 511 erano morti entro il 30° giorno (29%).

Rispetto ai pazienti bianchi, quelli provenienti da minoranze etniche erano più giovani e meno fragili, suggerisce lo studio.

La ricerca ha anche dimostrato che i pazienti asiatici avevano 1,54 volte più probabilità, e pazienti neri 1,8 volte più probabilità, di essere ricoverati in terapia intensiva e di ricevere ventilazione invasiva, rispetto ai pazienti bianchi.

Ai pazienti di origine asiatica è stata assegnata una probabilità 1,49 volte maggiore di morire rispetto a quelli di origine bianca, mentre i pazienti di colore avevano una probabilità 1,30 volte maggiore di subire un esito letale.

Per i pazienti asiatici e neri è stato indicato un aumento del rischio del 50-80% di ricevere la ventilazione meccanica in terapia intensiva rispetto ai pazienti bianchi di età simile.

"Il nostro studio mostra l'impatto sproporzionato del Covid-19 sui gruppi neri e asiatici nel primo picco", ha affermato il dottor Yize Wan, docente di clinica presso la Queen Mary University di Londra.

Wan ha aggiunto che i neri e gli asiatici ricoverati negli ospedali Barts Health con coronavirus confermato erano "significativamente più giovani di età, avevano una maggiore gravità della malattia acuta e una mortalità più elevata rispetto ai pazienti bianchi della stessa età e salute di base".

L'importanza di rispondere alle disparità etniche nell'impatto del COVID-19 è stata sottolineata dal team come un altro problema critico nell'affrontare la pandemia.

"Un'autentica ricerca partecipativa basata sulle comunità per comprendere i motivi di queste differenze e la ricerca di soluzioni sono fondamentali per raggiungere condizioni paritarie di salute", ha aggiunto la dott.ssa Vanessa Apea, medico consulente in salute sessuale e HIV presso Barts Health NHS Trust e Honorary Senior Lecturer presso Queen Mary University of London.

Correlati:

Bill Gates si è vaccinato contro il coronavirus - Foto
Coronavirus, Russia: 3.719.400 contagi (+21.127), 69.462 decessi (+491), 3.131.760 guariti (+22.445)
Zinedine Zidane è risultato positivo al coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook