11:59 02 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
5813
Seguici su

Il governo messicano ha reso noto i dettagli dell'accordo con la parte russa sulla fornitura del vaccino contro il coronavirus Sputnik V: nella prima fase da gennaio a marzo saranno consegnati 7,4 milioni di dosi.

"Ecco i numeri: 7,4 milioni di dosi (che saranno consegnati da gennaio a marzo) e 3,7 milioni di vaccinati, dal 25 al 29 gennaio è previsto l'arrivo del primo lotto, a febbraio sono previste consegne di 250mila dosi a settimana, dopodiché a marzo - 1,2 milioni a settimana", ha dichiarato il ministro degli Esteri Marcelo Ebrard in una conferenza stampa.

Marcelo Ebrard, ministro Esteri Messico
© Foto : Notimex/Javier Lira
Marcelo Ebrard, ministro Esteri Messico
Stando ai grafici presentati nella conferenza stampa, il volume del primo lotto del vaccino russo, che per tre settimane diventerà il principale farmaco per l'immunizzazione in Messico a causa dell'interruzione delle forniture da Pfizer, ammonterà a 400.000 dosi.

Il governo federale del Messico, a seguito di una visita in Argentina, dove sarà organizzata la produzione del vaccino contro il coronavirus russo Sputnik V, in precedenza aveva dichiarato di aver raggiunto accordi preliminari per l'acquisto di 24 milioni di dosi del farmaco.

La campagna di vaccinazione contro il COVID-19 in Messico è stata avviata il 13 gennaio: per primi hanno ricevuto il vaccino gli operatori sanitari degli ospedali dove vengono trattati pazienti positivi al coronavirus, per questo obiettivo al momento le autorità utilizzano il farmaco prodotto dalla compagnia Pfizer. Si prevede di utilizzare il vaccino russo dopo il 25 gennaio.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook